Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

“Trinciato; nel 1° di rosso a tre spighe di grano d’oro; nel 2° d’oro alla mucca pascente su terrazzo di verde; alla strada romana al naturale in banda sulla partizione. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 8 aprile 1975


Treppo Grande


Treppo Ligosullo

“D’argento ad un pozzo di rosso murato di nero con verricello e corda di nero, fiancheggiato da due pozzi pure di rosso murati di nero”.

D.P.R. 15 luglio 1982


Trepuzzi

“Di rosso, a tre calici d’oro”


Trequanda

Un feudo diviso orizzontalmente da una fascia azzurro-argento. Nella parte inferiore, contiene tre bande di colore rosso e oro, nella parte superiore un castello di mattoni merlato, sormontato da una torre coronata da due rami di spino secco.
Dallo Statuto comunale


Tresana

“Inquartato, nel primo e nel quarto di rosso, nel secondo e ne terzo d’oro, ad una T maiuscola, posta sull’inquartatura, dell’uno all’altro; al capo di argento caricato di una croce di rosso. Ornamenti esteriori di Comune”.

D.P.R. di Giovanni Gronchi 28 gennaio 1960


Trescore Balneario

“D’oro, alla torre di azzurro, murata di nero, merlata alla guelfa di quattro, chiusa e finestrata di nero, fondata sulla pianura erbosa di verde, accompagnata da due abeti di verde, fustati al naturale, nodriti nella pianura. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 25 giugno 1992


Trescore Cremasco


Tresignana

“Interzato in fascia: nel PRIMO d’oro, all’aquila bicipite di nero armata e rostrata del primo e linguata di rosso; nel SECONDO d’argento, a due chiavi decussate, una d’argento l’altra d’oro, con gli ingegni adossati verso l’alto ed attraversate da una spada alta in palo d’argento dall’impugnatura d’oro attraversante il tratto dell’interzato; nel TERZO di rosso, allo scudetto confinante in capo e in punta d’oro, carico di tre tondi di nero forati d’argento, bordati dello stesso, posti 2, 1; lo scudetto accompagnato a lato da due croci piene d’argento”


Tresivio

“D’azzurro, con drago rosso trafitto da una spada d’oro (San Giorgio), con un sole d’oro accostato di due stelle dello stesso colore, nel capo dello scudo (Planargia)”

D.P.R. 21 giugno 1994


Tresnuraghes