Armoriale dei comuni per stato


Tramutola

“Troncato: sopra di rosso, alla croce greca d’argento; sotto d’azzurro, alla palla d’oro, caricata di tre stelle (1 e 2) di argento”.

D.C.G. 3 settembre 1929


Trana

“D’azzurro, al drago di verde con le ali aperte, le zampe d’oro, con la coda attorcigliata, desinente in dardo e volta all’insù; sostenente la torre d’argento, murata di nero, merlata alla ghibellina di quattro; il drago poggiante la zampa sinistra sulla collina di verde, fondata in punta e afferrante con la zampa destra, posta in fascia, la testa e il collo di toro, posto in tre quarti, d’argento; sotto lo scudo, su lista bifida svolazzante d’azzurro, il motto, in lettere maiuscole di nero, FORTIS FEROX FERTILIS”


Trani

“Di rosso al cigno al naturale”


Traona

“Di rosso, al ponte di tre archi, l’ultimo incompleto, sostenente cinque torri, delle quali la seconda più alta, il tutto di oro, murato di nero, posto sopra un mare fluttuoso di azzurro e di argento, e sormontato da una falce d’oro, posta in fascia, con la impugnatura a destra e la punta rivolta verso la punta dello scudo”.


Trapani

“Inquartato: nel primo, trinciato di azzurro e di rosso, ai due bisanti d’oro, uno e uno; nel secondo, di rosso, alle due api d’oro, poste in palo; nel terzo, d’oro, all’ancora di nero, con la trabe di rosso; nel quarto, di azzurro, alle cinque spighe di grano, impugnate, d’oro, legate di argento. Ornamenti esteriori da Comune”.


Trappeto


Trarego Viggiona


Trasacco

“D’oro, al drago di nero, linguato ed illuminato di rosso, alla campagna mareggiata d’azzurro e d’argento”.


Trasaghis


Trasquera