Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

“Di rosso, a cinque losanghe uguali d’argento accostate e messe in fascia”.

D.R. 20 settembre 1928.


Sorrento

“Partito: il PRIMO, d’oro, alla lettera maiuscola S, di azzurro, accompagnata da quattro fasce di porpora, due in capo, due in punta; il SECONDO, di azzurro, al gambale di armatura, d’oro. Ornamenti esteriori da Città”


Sorso

“Di rosso, a tre bande d’oro abbassate sotto una fascia pure d’oro, sormontato da un fiore a otto petali costituiti da foglie alternate di quercia e di ulivo nel campo di azzurro. Ornamenti esteriori da Comune”.


Sortino

“D’azzurro al castello torricellato di uno, merlato alla ghibellina, al naturale, aperto, finestrato e murato di nero, posto sopra una campagna di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.

R.D. 16 febbraio 1928

LLPP 10 agosto 1928


Sospiro


Sospirolo

“D’azzurro, alla barra d’argento obliqua sulla quale è scritta la parola in caratteri maiuscoli neri “COELSANUS” accompagnata nel cantone superiore sinistro da un sole radioso e nel cantone inferiore destro da un quarto di luna crescente d’argento fra due stelle anch’esse d’argento poste in sbarra”


Sossano

“D’argento, al castello di rosso, mattonato e chiuso di nero, finestrato di due in fascia, dello stesso, merlato alla guelfa di cinque, munito della svelta torre, centrale merlata alla guelfa di tre, finestrata di nero. Ornamenti esteriori da Comune”.


Sostegno

“Trinciato, al primo d’azzurro all’arnia d’oro accompagnata da sette api dello stesso in orlo; al secondo di verde alla locomotiva Buddicom d’oro; alla cotissa d’oro sovraccaricata da un cotissa di rosso passante sulla linea di partizione; al capo di rosso caricato d’un leopardo d’oro armato e lampassato d’azzurro”.


Sotteville-lès-Rouen

“Di rosso, alla fascia d’argento con la torre attraversante del secondo, merlata di tre alla guelfa, aperta, finestrata di due e murata di nero, accostata negli angoli superiori del capo, a destra, da un fiordaliso e, a sinistra, da un monte di tre cime all’italiana; il tutto d’argento. Ornamenti esterni da Comune”.


Sotto il Monte Giovanni XXIII

”D’argento al monte di tre cime di verde nascente dalla punta, sormontato da una graticola di rosso, accostata da due palme d’alloro dello stesso, fruttate d’oro”

D.C.C. 6 dicembre 1983 nr. 140, approvato dalla D.P.G.P. 27 gennaio 1983 nr. 1140/2-B


Sover