Armoriale dei comuni per stato


Sessa Cilento

“D’argento allo scaglionetto d’azzurro alzato accompagnato in capo da un castello di rosso merlato ed aperto nel campo ed in punta da un monte di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 19 maggio 1954 firmato da Luigi Einaudi


Sessame


Sessano del Molise

“Partito: il 1° di verde a cinque bande ondate d’argento, caricato da un castello al naturale torricellato di uno, chiuso e finestrato di tre; il 2° d’azzurro ad un ramo di rovo posto in palo, fiorito di cinque. Il tutto abbassato ad un capo d’argento, ad una croce di rosso caricata dell’iscrizione in carattere d’oro “LIBERTAS”. Ornamenti esteriori da Comune”.


Sesta Godano

“Partito d’oro e di verde, alla figura di un idolo, poggiante su un tronco di legno, tenente nella mano destra un compasso e nella sinistra un globo. Motto “Sestinum est civitas magna””.


Sestino

”D’azzurro alle tre cime di montagna; su quella centrale un camoscio di nero”.


Sesto

DCG 25 luglio 1927


Sesto al Reghena

Un compasso aperto sovrastante un dado.

Dallo statuto comunale


Sesto Calende

Una squadra e un compasso sovrapposti in campo chiuso


Sesto Campano

“Partito, al primo di azzurro alla pietra miliare d’argento con il numero sei in lettere romane, fondata su campagna di verde al naturale; al secondo d’oro al torrione di rosso merlato di cinque alla ghibellina, aperto del campo, ornamenti esteriori da Comune”.


Sesto ed Uniti