Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

Santa Margherita Ligure

“Di azzurro, alla Beata Vergine Maria, di carnagione, capelluta di nero, nimbata d’oro, vestita con la tunica di rosso e con il manto di verde, assisa sulla nube di argento foggiata a guisa di mezzaluna, montante, la nube sostenuta dal monte d’oro, fondato in punta, e la Beata Vergine sostenente il Divin Figlio, di carnagione, capelluto di nero, nimbato d’oro, benedicente con la mano destra, assiso sul ginocchio destro della Madre e da Lei tenuto con la mano sinistra, poggiata sulla gamba sinistra del Figlio. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 8 giugno 1992


Santa Maria a Monte

Un ovale che incornicia la raffigurazione di una torre eretta su rocce e sulla cui sommità è assisa la Madonna Assunta


Santa Maria a Vico

“Di rosso, con croce di calvario d’oro sormontata da corona nobile a cinque punte, fascia d’oro attraversante sulla partizione recante la sigla O.P.Q.C. (Ordo Populus Que Campanus) in lettere maiuscole romane di nero, con campagna mareggiata d’azzurro”


Santa Maria Capua Vetere

“Inquartato, nel PRIMO, di rosso, alla torre d’oro, finestrata di una, aperta, merlata di quattro; nel SECONDO, troncato d’oro e d’argento, all’aquila attraversante di nero, armata, membrata, linguata, rostrata e coronata di rosso; nel TERZO, d’argento, all’albero sradicato al naturale, fustato di sette, tre in banda, uno in palo, tre in sbarra, dello stesso, fogliato di verde; nel QUARTO fusato d’oro e di rosso.”


Santa Maria Coghinas

Vi sono raffigurati la Madonna, il frutto del cedro ed una colonna greca, con alla base il mare


Santa Maria del Cedro


Santa Maria del Molise

“…all’aquila d’oro, al volo abbassato, rivoltata,allumata e linguata di rosso,
coronata dello stesso”

Stemma utilizzato di fatto


Santa Maria della Versa

“D’azzurro, alla torre d’argento merlata alla guelfa e finestrata di rosso”.

D.R. 2 settembre 1923


Santa Maria di Licodia

D.P.R. 27 giugno 1962, trascritti nei Registri dell’Ufficio Araldico il 5 settembre 1962 a pag. 69


Santa Maria di Sala