Armoriale dei comuni per stato


San Mauro Castelverde

“Di azzurro, alle due torri di due palchi, di rosso, mattonate di nero, ogni palco merlato alla guelfa di quattro, il palco inferiore munito di grande finestra di nero, il palco superiore di due finestrelle, dello stesso, ordinate in fascia, esse torri, ordinate in fascia, poste in ombilico, accompagnate in capo dal torrione di rosso, mattonato di nero, merlato alla guelfa di quattro, munito di grande finestra, dello stesso. Ornamenti esteriori da Comune”


San Mauro Cilento


San Mauro di Saline


San Mauro Forte

“Di rosso, alla croce di otto punte e patente, di argento; alla bordatura troncata d’oro e di azzurro. Ornamenti esteriori da Comune…”

D.P.R. 21 gennaio 2009


San Mauro la Bruca

“Troncato, nel PRIMO, d’azzurro al Santo di carnagione, mitrato d’oro, impugnante con la destra un pastorale pure d’oro ; nel SECONDO, d’argento al castello di rosso, murato di nero, torricellato di tre torri, quella centrale piu’ elevata, merlate ciascuna di tre alla guelfa. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 28 marzo 1985 – Trascritto nel Registro araldico il 24 maggio 1975


San Mauro Marchesato

“Partito: il 1° d’azzurro alla figura di San Mauro con mitra e pastorale, al naturale; il 2° d’oro alla banda di rosso caricata da una stella d’oro con sei raggi”.


San Mauro Pascoli

“Di rosso alla torre d’argento merlata di tre alla guelfa, aperta e finestrata di nero con nel cantone destro una mitra arcivescovile dello stesso. Ornamenti esteriori di Comune”.


San Mauro Torinese

“D’argento, alla fascia di azzurro, accompagnata da tre stelle dello stesso, due in capo e una in punta”.


San Michele al Tagliamento

“Partito: nel 1° di nero alla mezzaluna figurata d’argento; nel 2° di azzurro alla mezza stella di sei raggi uscente dalla partizione d’oro”.


San Michele all’Adige