Armoriale dei comuni per stato

“Di azzurro, al casale costituito di tre edifici, di spigolo, quello di destra più elevato ed al centro figura addossato ai due una piccola casetta, dal tetto spiovente, aperti e finestra, fondati sulla campagna di verde, che sale leggermente verso il fianco sinistro dello scudo”.


San Pietro in Casale

“D’argento, al cerro al naturale, sradicato, attraversato sul tronco, da due fasce d’azzurro, la prima caricata di due, la seconda di uno, quadrati d’argento”.

D.C.G. 9 settembre 1928


San Pietro in Cerro

“D’azzurro alla fascia ondata d’argento, caricata delle due chiavi decussate d’oro”.

R.D. 10 aprile 1927
LLPP 19 agosto 1927


San Pietro in Gu

“Troncato: il PRIMO, di rosso, alle due chiavi decussate, gli ingegni all’insù, la chiave in banda, d’oro, attraversante la chiave in sbarra, d’argento; il SECONDO, di azzurro, alle tre torri d’oro, murate di nero, finestrate e chiuse dello stesso, merlate alla guelfa di tre, fondate sulla pianura diminuita di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 2 ottobre 2006


San Pietro in Guarano

Su sfondo azzurro due chiavi decussate (una d’oro e una d’argento) accompagnate in capo da una tiara ed un punta da un camauro di porpora. Ornamenti esterni da Comune.

 

Dallo statuto comunale


San Pietro in Lama


San Pietro Infine

“D’argento, al castello merlato di rosso, aperto, finestrato e murato di nero, sormontato da una corona all’antica, d’oro. Ornamenti esteriori da Comune”


San Pietro Mosezzo


San Pietro Mussolino

“Di cielo, alla spada in palo, di argento, la punta all’ingiù, attraversata dalle chiavi di San Pietro, decussate, con gli ingegni all’insù, la chiave in banda d’oro, la chiave in sbarra di argento, questa attraversante, il tutto sormontato dalla stella di sei raggi d’oro, accompagnata dalle lettere maiuscole S P, di rosso, una a destra, l’altra a sinistra, poste nei cantoni del capo. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 12 gennaio 2007


San Pietro Val Lemina


San Pietro Vernotico