Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

“Di rosso, al braccio movente dal fianco sinistro, vestito di nero, con il polsino di argento, la mano di carnagione tenente il fascio di rami di salice ripaiolo, posto in palo, di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 21 marzo 1997


Salizzole


Salle

Una torre sul lato sinistro, un leone rampante sul lato destro, il tutto sormontato da una corona e contornato da alloro.

 

Dallo statuto comunale


Salmour

“D’azzurro al leone d’argento tenente un ramoscello d’olivo, di verde”


Salò

“D’argento alla pila ed al capo d’azzurro”.


Salorno sulla Strada del Vino

“D’azzurro alla sbarra d’oro caricata da quattro api di rosso poste a piombo, accompagnata da due arnie d’argento coperte d’oro”.


Salouël

“D’azzurro, al rogo fiammeggiante di rosso, movente dalla punta e dai fianchi dello scudo, divampante su tre quarti del campo e carico di una salamandra rivoltata di verde, illuminata d’argento, la testa volta a destra con corona fioronata d’oro”

Blasone di Alessandro Savorelli


Salsomaggiore Terme


Saltrio

“Semipartito troncato: nel primo, di rosso, alla pianta di rovere al naturale, nodrita sulla pianura di verde; nel secondo, d’azzurro, alla figura del patrono Beato Amato Ronconi, di carnagione, volta di un terzo a destra, in atto di camminare sulla pianura di verde, vestito di saio al naturale, tenente con la mano destra il bordone munito di fiaschetta, al naturale, con la sinistra il cappello, al naturale, il petto ornato con la conchiglia del pellegrino di Santiago di Compostela, al naturale; nel terzo, d’azzurro, al monte di tre colli, all’italiana, d’oro, fondato in punta, sormontato dalla stella di sette raggi dello stesso. Ornamenti esteriori da Comune”.


Saludecio

“Aquila ad ali aperte sopra cinque stelle.”

Tratto dallo statuto comunale.


Saluggia