Armoriale dei comuni per stato

“Di argento a due chiavi di azzurro poste in decusse, accantonate da quattro menhir di nero”


Saint-Pierre-de-la-Fage

“Di rosso, alla fiamma d’oro a destra, al martello ribaltato di nero posto in sbarra contro un’incudine d’argento a sinistra, il tutto sormontato dalle lettere S, P e C maiuscole dello stesso intrecciate in palo, mantellato d’azzurro, a due chiavi d’oro poste in scaglione attraversanti sul mantellato, con gli ingegni verso la punta e legate da un anello dello stesso, al capo cucito di rosso caricato da quattro pali cuciti di verde e da una stella d’argento attraversante in cuore”


Saint-Pierre-des-Corps

“Di azzurro alla montagna isolata di sette colli di oro, posti 4 e 3, cimata da una chiesa dello stesso, al canton franco cucito di rosso caricato della vergine incoronata tenente il bambin Gesù tra le braccia, il tutto di argento”.


Saint-Pons-de-Mauchiens

“Di argento, a un albero di verde fustato di nero, accompagnato da due lettere capitali, S a destra e P a sinistra”


Saint-Pons-de-Thomières

“D’azzurro, al barile coricato d’argento sormontato da un giglio dello stesso”.


Saint-Pourçain-sur-Sioule

“Inquartato: al 1° di azzurro al mastio d’argento, al 2° di rosso alla Santa Vergine di oro, al terzo di rosso alla porta fortificata di oro, aperta del campo, murata di nero, al 4° di azzurro alla mola di mulino di argento, forata in quadrato del campo”.


Saint-Privat

“D’azzurro al busto di san Quintino aureolato, le spalle trapassate da due chiodi, il tutto d’argento, accompagnato da tre gigli d’oro”.


Saint-Quentin

“Di rosso, alla fascia d’argento rialzata e caricata di tre gigli di nero”.


Saint-Quentin-sur-Isère

“D’argento al capo inchiavato di cinque pezzi di rosso. Ornamenti esteriori da Comune”.

Lo stemma e il gonfalone comunali, senza descrizione araldica, sono pubblicati negli allegati A e B dello Statuto del Comune (in Bollettino ufficiale della Regione autonoma Valle d’Aosta, 1° suppl. ord. al n. 34 del 6 agosto 2002). Una procedura di approvazione iniziata presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri verso il 1990 non ha avuto esito.


Saint-Rhémy-en-Bosses

“D’azzurro, alla chiesa d’oro posta su foglie di vite di verde fruttate di rosso. Al capo di rosso a 12 pali d’argento caricato di due api montanti d’oro”.


Saint-Romain-le-Puy