Armoriale dei comuni per stato

“Interzato in palo: a) troncato: il primo d’argento e a cinque gigli d’azzurro disposti 1, 2, 2; il secondo d’oro ad un palo ritirato e scorciato d’argento a due bande di nero e accostato da sei torri di rosso ordinate 2, 2, 2; il secondo interzato in fascia: a) partito: il primo d’oro a due torri di rosso ordinate in palo; il secondo a quattro triangoli, due d’argento e due palati d’oro e di rosso; b) d’azzurro a tre gigli d’oro disposti 2,1; c) d’argento a cinque gigli di nero disposti 2, 1, 2; il terzo d’oro bisantato d’azzurro (1, 2, 2, 1). Ornamenti esteriori da Comune”.


Roccalumera


Roccamandolfi


Roccamena


Roccamonfina


Roccamontepiano


Roccamorice

”D’azzurro, al castello d’argento murato di nero, merlato di sei alla guelfa, torricellato di un pezzo centrale merlato di tre alla guelfa. Ornamenti esteriori da Comune”.


Roccanova

D.P.R. 11 settembre 1996


Roccantica

D.P.R. 15 luglio 1983


Roccapalumba

“D’argento al castello di rosso, caricato di una fascia di verde. Lo scudo sarà cimato da corona formata da un cerchio di muro d’oro aperto di quattro porte, sormontato da otto merli dello stesso uniti da muricciuoli d’argento”

D.P.C.M. 23 ottobre 1890


Roccapiemonte