Armoriale dei comuni per stato


Roddi

Torre medioevale di colore grigio all’interno di un rettangolo di colore rosso, contornato da due rami uno di alloro e l’altro di quercia, con sopra una corona e sotto la scritta Roddino


Roddino


Rodello

“D’azzurro allo scaglione d’argento”.


Rodengo

“Troncato: nel primo, d’argento, alla croce d’azzurro; nel secondo, d’azzurro, alle lettere maiuscole R e S, poste in fasce, d’argento. Ornamenti esteriori da Comune”.


Rodengo Saiano

“Di rosso alla torre d’argento, merlata alla guelfa di quattro pezzi, aperta del campo e accompagnata sotto tra tre ruote d’oro di cinque raggi poste 2,1. Ornamenti estriori di Comune”.

D.P.R. 25 agosto 1953


Rodero

“Di rosso, a tre ruote d’oro; al capo cucito d’azzurro caricato di tre gigli pure d’oro”.


Rodez


Rodi Garganico

“Tagliato di azzurro e di rosso, alla sbarra ristretta, inchiavata d’argento e d’oro; nel primo riquadro alla ruota dentata d’argento, attraversata in palo da una spiga di grano d’oro; nel secondo riquadro alla croce di Malta d’argento. Ornamenti esteriori da Comune”


Rodì Milici

D.P.R. n. 5203 del 4 ottobre 1952


Rodigo