Armoriale dei comuni per stato

“D’argento, al toro di nero furioso rivolto, affrontato da un Ercole impellicciato; nel canton destro del capo un castello di rosso murato di nero, torricellato di uno. Ornamenti esteriori da Comune”


Roburent


Rocca Canavese


Rocca Canterano


Rocca Cigliè

“D’argento, al castello aperto con tre torri merlate al naturale appoggiate su un monte agreste, con la leggenda in punta: DE CASTRO RUPES. Ornamenti esteriori da Comune”.

R.D. 6 luglio 1933


Rocca d’Arazzo


Rocca d’Arce


Rocca d’Evandro

“Di rosso alla croce d’argento”.

D.P.R. 5 luglio 1954.


Rocca de’ Baldi

“Semipartito troncato: il PRIMO, d’oro, all’aquila di nero, coronata dello stesso; il SECONDO, scaccato d’oro e di azzurro di sedici pezzi e di quattro tiri; il TERZO, di azzurro, alla rocca torricellata di uno, di rosso, mattonata di nero, merlata alla guelfa, la rocca di cinque, la torre di tre, la rocca finestrata e chiusa di nero, fondata sulla pianura di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 22 aprile 2008


Rocca de’ Giorgi

D.P.R. 24 settembre 1997


Rocca di Botte