Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

Barolo

“Partito: il PRIMO, di azzurro, alla chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, con il campanile a sinistra, chiesa e campanile di rosso, mattonati di nero, visti di fronte, la chiesa chiusa di nero, fondata sulla pianura di verde; il SECONDO, fasciato d’oro e di rosso, alla pianticella di canapa, d’argento, sradicata, attraversante; il tutto sotto il capo partito d’ oro e di azzurro. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 2 marzo 2007


Barone Canavese

D.P.R. 10 aprile 1975


Baronissi

“Partito: nel Primo, di azzurro, all’aquila con il volo abbassato, d’oro,
afferrante la lista svolazzante, dello stesso, caricata dal motto, in lettere maiuscole di nero, OLIM CONVICINUM, essa aquila sormontata dalla corona marchionale d’oro; nel SECONDO, d’oro, alla torre di rosso, mattonata di nero, chiusa dello stesso, finestrata di due in fascia, di nero, merlata alla guelfa di quattro, fondata sulla pianura di verde.
Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 11 settembre 1996


Barrafranca


Barrali

“D’azzurro, alla lettera maiuscola V, di argento, accompagnata all’altezza del cuore da due punti, dello stesso, uno a destra, l’altro a sinistra”.

DPR 11 ottobre 1999


Barrea

“D’azzurro all’agnello d’argento sormontato da un giglio d’oro, alla bordura d’argento”.


Barst-Marienthal

D.P.R. 13 novembre 2002


Barumini

“Troncato: nel 1°, d’azzurro, alla Croce di Sant’Andrea; nel 2° d’oro, al leone di rosso, tenente con la branca anteriore destra una chiave di argento posta in palo”

R.D. 17 marzo 1930 e R.LL.PP. 21 dicembre 1931


Barzago

“D’argento, al fiume naturale d’azzurro, scorrente in fascia, alla torre di rosso murata di nero, merlata di tre alla guelfa, attraversante, accompagnata nel cantone destro del capo da due spighe di grano al naturale, decussate, e nel cantone sinistro del capo da un grappolo d’uva di nero, gambuta e pampinosa di verde; in punta una collinetta pure di verde”.


Barzana