Armoriale dei comuni per stato

“Troncato da una fascia d’azzurro ondata d’argento; il primo di rosso a tre gatti d’oro accovacciati uno accanto all’altro, con la testa di fronte; il secondo d’argento a tre pannocchie di mais di verde poste in palo. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. n. 815 del 14 marzo 1979


Bariano

“Campo di cielo, alla barca rivoltata e posta in punta dal fasciame di legno bruno al naturale, fornita di vela quadra spiegata e sinistrata d’argento, vogante in un mare d’azzurro, fluttuoso d’argento, sormontata da un pesce in fascia e rivoltato al naturale; al capo d’azzurro, carico di tre gigli d’oro, posti fra i quattro pendenti di un lambello di rosso (capo d’Angiò)”.


Baricella


Barile


Barisciano

“D’azzurro, all’albero di verde, nascente da un pozzo d’oro accostato da due leoni di rosso, affrontati, controrampanti, al pozzo”.

R.D. 19 marzo 1931


Barlassina

“D’argento, a quattro burelle di rosso, sovrastato da una corona turrita e circondato da due rami di quercia e di alloro, annodati da un nastro dai colori nazionali. Ornamenti esteriori da Città.”
Tratto dallo statuto comunale.


Barletta

“Inquartato: nel primo, d’argento al faggio al naturale, terrazzato di verde; nel secondo e nel terzo: inquartato: nel 1° e 4° d’oro, alla gemella doppiomerlata d’azzurro posta in banda e accompagnata da due stelle d’otto raggi dello stesso; nel 2º e nel 3° d’azzurro, al pino terrazzato di verde, col palo di rosso attraversante sull’inquartato e caricato del gonfalone e delle chiavi pontificie (Sfrondati della Riviera); nel quarto, d’argento, al castello di rosso”

Stemma utilizzato di fatto


Barni


Barolo

“Partito: il PRIMO, di azzurro, alla chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, con il campanile a sinistra, chiesa e campanile di rosso, mattonati di nero, visti di fronte, la chiesa chiusa di nero, fondata sulla pianura di verde; il SECONDO, fasciato d’oro e di rosso, alla pianticella di canapa, d’argento, sradicata, attraversante; il tutto sotto il capo partito d’ oro e di azzurro. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 2 marzo 2007


Barone Canavese

D.P.R. 10 aprile 1975


Baronissi