Armoriale dei comuni per stato

“Partito di nero e d’argento da una cappa di rosso”.


Rasun-Anterselva

“Di azzurro, al castagno di verde, fruttato di quattro d’oro, fustato al naturale, nodrito nella pianura di verde,al capo rosso, caricato di tre campane d’oro, ordinate in fascia e sostenuto dal filetto di argento. Ornamenti esteriori da Comune”,

D.P.R. n. 3504 del 17 maggio 1986


Rasura

D.P.C.M. 3 agosto 1962


Ravanusa

“D’argento, al castello al naturale, aperto e finestrato del campo, murato di nero. Ornamenti esteriori da Comune”

D.C.G. 9 novembre 1933


Ravarino

“Troncato cuneato di verde e d’argento di tre pezzi; il 1° caricata di tre torri merlate di quattro alla guelfa, aperte e finestrate del campo, poste in fascia; il 2° ad un rovo sradicato al naturale, fogliato di verde e fiorito di cinque pezzi di rosso. Ornamenti esteriori da Comune”.


Ravascletto

Tre bande rosse orizzontali su campo bianco

 

Tratto dallo statuto comunale


Ravello

“Partito di oro e di rosso, ai due leoni dell’uno nell’altro, controrampanti, affrontati ad un pino verde fruttato d’oro, sradicato posto sulla partizione. Corona turrita da città merlata alla guelfa con nel centro la Porta Aurea della città. Lo scudo sarà di forma sannitica a voluta gigliata e fregiato da ornamenti di Città con appesa per il suo nastro, sul decusse dei rami di quercia e di alloro, la Croce di Guerra. Intorno ai rami un nastro di rosso porpora con la scritta: “Felix Ravenna” nei due capi inferiori”.

D.C.G. 26 maggio 1937


Ravenna

“D’argento, al castello di rosso, torricellato di un pezzo, merlato alla guelfa, aperto e finestrato del campo. Ornamenti esteriori da Comune”.


Raveo

“Tagliato : il primo d’oro al pino sradicato di verde, il secondo di verde all’ape (alias: maggiolino) fasciata di nero e d’oro, le zampe e la testa d’oro, alata d’argento”.


Ravilloles

“D’argento, alla torre di due palchi, di rosso, mattonata di nero, ogni palco merlato alla guelfa di cinque e finestrato di uno di nero, chiusa dello stesso, sormontata dalla corona all’antica di cinque punte visibili, di azzurro, essa torre fondata sulla pianura di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 7 gennaio 2010


Raviscanina