Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

“Troncato; nel 1° di rosso alla montagna al naturale uscente dalla partizione, franante sulla sinistra e accostata nel canton destro del capo da un pastorale d’oro posto in palo; nel 2° d’oro al lago di due bacini d’azzurro ondato d’argento”.

D.P.R. 10 luglio 1970


Revine Lago


Reykjavík

“Partito: il PRIMO, di azzurro, alla torre di due palchi, d’oro, murata di nero, merlata alla guelfa, il palco superiore di tre, l’inferiore di quattro, ogni palco finestrato di uno, di nero, essa torre chiusa dello stesso; il SECONDO, di argento, al castagno sradicato al naturale. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 9 aprile 2008


Rezzago

“Troncato: il PRIMO, di argento, al busto in maestà del Re, di carnagione, baffuto, barbuto, e capelluto di nero, coronato dalla corona regia d’oro, vestito di azzurro, col manto di rosso, il petto ornato dalla crocetta d’oro, unita alla catenella, dello stesso, esso busto sostenuto dalla linea di partizione; il SECONDO, di rosso, al giglio di azzurro, sormontato dalla foglia di sega, posta in fascia, scorciata, di sette denti volti all’ingiù, d’oro. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 2 marzo 2007


Rezzato

D.P.R. 12 marzo 1959


Rezzo

“Semipartito troncato: nel Primo, bandato di azzurro e di argento; nel secondo troncato di oro e di argento, all’aquila con il volo spiegato, attraversante, di nero, coronata con corona all’antica di tre punte visibili, dello stesso; nel terzo troncato di rosso e di oro, allo spino secco, di nero, attraversante, posto in palo. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 24 Aprile 1997


Rezzoaglio

D’oro, al triangolo cimato dalla crocetta patente di nero, attorcigliato da un cordone di rosso”.


Rheinzabern

“D’azzurro, alla montagna appellata Granta Parey, di roccia innevata al naturale, fondata in punta e sul prato di verde, posto nel canton sinistro della punta, declive in sbarra, essa montagna sormontata dal gipeto, posto in sbarra nel canton sinistro del capo, con il volo aperto in banda, d’oro; al capo d’oro, caricato da tre leoni illeoparditi, posti uno accanto all’altro, di rosso. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 4 settembre 1997


Rhêmes-Notre-Dame

“D’argento, al San Giorgio di carnagione, con l’elmo d’argento piumato di azzurro, con la lorica d’argento e con il mantello di rosso, svolazzante a sinistra, con le gambe ignude munite inferiormente di gambali d’argento, cavalcante il cavallo di nero, imbrigliato d’oro, gualdrappato di rosso, munito di staffe d’oro, il Santo tenente con la destra le briglie, con la sinistra la lancia d’oro, posta in sbarra e infilzante le fauci del drago di due zampe, di verde, con la testa rivolta, allumato di rosso, vomitante fiamme dello stesso, e calpestato dagli arti anteriori del cavallo; il tutto sotto il capo partito di rosso e di nero. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 7 agosto 1990


Rhêmes-Saint-Georges

“Di rosso, alla ruota d’oro a cinque raggi, dentata di dieci denti a punta dello stesso”.


Rho