Armoriale dei comuni per stato

“D’argento alla croce scorciata, diminuita merlata alla guelfa di trentadue, ogni braccio doppiomerlato quattro e
quattro, gli otto merli estremi sono posti a guisa delle traversa della croce a TAU, tutto di verde, al capo di rosso, caricato dall’aquila di nero con corona antica di tre punte”.

D.P.R. del 4 settembre 1997


Ponzano Monferrato


Ponzano Romano

“Di verde alla spiga d’oro, accompagnata nel canton destro del capo da una stella (6) dello stesso. Ornamenti esteriori di Comune”.


Ponzano Veneto

“D’azzurro, al castello di tre torri merlate sorgenti sulla pianura erbosa sormontato da tre stelle a cinque punte. Ornamenti esteriori da Comune”


Ponzone

“Di vaio, alla crce di Sant’Andrea losangata d’oro e di rosso”


Popian

Un castello con porta arcuata a tutto sesto, finestrato con due finestre ugualmente arcuate, munito di tre torri merlate alla guelfa, con torre centrale più alta e più larga.

 

Tratto dallo Statuto comunale


Popoli

“D’argento, ai due leoni d’oro, affrontati, sostenenti un piccolo giglio di Firenze, di rosso”.


Poppi


Porano

“Troncato: SOPRA d’argento ai tre monti all’italiana di verde; SOTTO, di rosso, a tre rose d’argento, 1 e 2”


Porcari

“Troncato, di rosso al castello d’argento, aperto e finestrato di nero, e di azzurro a due gigli d’oro. Ornamenti esteriori da Comune”


Porcia