Armoriale dei comuni per stato

Un castello con tre torri e il fiume Mincio


Ponti sul Mincio

“Di rosso, al destrocherio, armato con la mano sostenuta dal libro dei S.S. Evangelisti aperto, nel canton sinistro del capo due spade d’argento poste in decusse con la punta all’ingiù. Ornamenti esteriori da Comune”.


Pontida

“D’azzurro al melo fogliato e fruttato al naturale, sradicato, caricato in punta dalla pala di una vanga d’argento con troncone ed il vangile di nero; al capo di rosso (porpora) alla torre comunale, circondata da due rami di quercia e d’alloro annodati da un nastro dai colori nazionali. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 30 maggio 1953


Pontinia

D.P.R. 31 luglio 1981


Pontinvrea

“Troncato d’oro al ponte di rosso e d’argento alle insegne di S. Michele Arcangelo d’azzurro. Ornamenti esteriori da Comune”.

 

D.P.R. 9 febbraio 1958


Pontirolo Nuovo

“Campo di cielo, al ponte di due archi con torretta centrale, al naturale, murato di nero, piantato sopra un fiume pure al naturale”.

D.P.R. 30 ottobre 1954


Pontoglio

“Di rosso, alla torre di argento, murata di nero, merlata alla ghibellina di quattro, munita di barbacani, posta a destra, chiusa di nero, finestrata di tre, dello stesso, poste una, due, essa torre unita al ponte di tre archi, di argento, murato di nero, unito al fianco sinistro, con l’impalcato in banda abbassata, l’arco a destra, di maggiore ampiezza, quello a sinistra più piccolo, quello di mezzo, di misura intermedia, torre e ponte fondati sulla campagna di azzurro, fluttuosa di argento, il ponte sormontato dalla corona all’antica di sette punte visibili, d’oro, la torre sormontata dalla stella di cinque raggi, dello stesso. Ornamenti esteriori da Città”


Pontremoli

“Partito di nero e d’oro al ponte d’argento attraversante”


Pontresina

Una Torre sul mare sormontata da una corona regale il tutto tra due rami d’alloro


Ponza

“D’azzurro al colle all’italiana accompagnato da due simili colli, più esigui uno a destra, l’altro a sinistra di verde, i colli fondati sulla pianura diminuita di rosso e sormontati da tre comete d’oro, ordinate in scaglione, ognuna formata dalla stella di cinque punte e dalla coda di cinque raggi, essa coda posta in palo all’ingiù”.


Ponzano di Fermo