Armoriale dei comuni per stato

“D’azzurro, al pesce d’argento posto in fascia, accompagnato da due gigli d’oro, l’uno in capo e l’altro in punta, e addestrato da un altro giglio dello stesso movente dal fianco”.


Poissy

“D’azzurro, al castello al naturale, torricellato di uno, merlato alla guelfa, aperto, finestrato e murato di nero; artigliata sulla sommità della torre una poiana al naturale, imbeccata e dal volo piegato”

D.P.R. 27 settembre 1962


Pojana Maggiore

«D’azzurro al castello torricellato di 6, fondato su un monte uscente dalla punta, il tutto al naturale; nel cantone destro del capo una sbarra d’argento».


Polaveno

“D’oro al castello di rosso torricellato di uno, merlato alla guelfa,aperto e finestrato del campo, sormontato dalla scritta “PULCELLA” in rosso”.

D.P.R. 23 febbraio 1952


Polcenigo

“Di rosso, alla figura del fiume Eridano (Po), rivolto, armato di tridente, con il braccio destro posto sopra un cilindro da cui sgorga acqua ed adagiato su campagna di verde sostenuta da uno specchio d’acqua, il tutto al naturale; al quartier franco sinistro d’azzurro al leone di San Marco d’oro. Ornamenti esteriori da Comune”.


Polesella

“D’argento all’aquila bicipite di nero, sormontata dalla corona con cinque fioroni visibili d’oro, caricata in petto da uno scudetto partito: nel primo scaccato d’argento e di rosso di 12 punti; nel secondo scaccato d’argento e di rosso di 48 punti”.


Polesine Zibello

“Di rosso all’aquila scaccata di oro e di nero, coronata all’antica del secondo; alla filiera d’agento”.


Poli

In alto a sinistra un tempio greco con olivo rappresenta la frazione Menniti, in alto a destra una torre merlata sostenuta da due leoni rappresenta la frazione Poliolo, in basso a sinistra una falce di luna e tre colli rappresentano la frazione Trecroci, in basso a destra un faggio, la cresta del bosco montagna, un torrente ed una rocca da filare rappresentano la frazione Cellia


Polia


Policoro

“D’azzurro al falco marino al naturale poggiante sopra un monte roccioso di verde, il monte attraversante sul piano del mare.”

D.P.R. 17 ottobre 1935


Polignano a Mare