Armoriale dei comuni per stato

“Partito, al primo di rosso alla croce di sant’Andrea di oro, al capo di oro caricato da una torre di nero, chiusa di nero e finestrata del campo; al secondo di oro al gelso al naturale, al capo di rosso caricato di due palme d’oro in decusse; a un filetto d’argento attraversante in palo sulla partizione”.


Pierrerue

“Di azzurro, alla vite al naturale accollata al palo da vigna, di nero, centrale, fondato sulla pianura di verde, essa vite nodrita a destra del palo nella pianura, munita di quattro tralci, ognuno pampinoso di due, di verde, e fruttato di uno, d’oro, un tralcio a destra del palo, due a sinistra, il quarto a sinistra, attraversante il palo e terminante a destra, due grappoli d’uva a destra, due a sinistra, il tutto accompagnato in capo da tra tre stelle di sei raggi, ordinate in fascia, di argento. Ornamenti esteriori di Comune”.

D.P.R. 19 settembre 1994


Pietra de’ Giorgi

“D’argento, alle tre montagne verdi, le laterali uscenti dal fianco, quella di centro più alta e larga, su questa poggia la croce rossa di San Giorgio, con bracci estesi fino ai lembi. Le montagne poggiano su una campagna azzurra, mareggiata d’argento”

Delibera del C.C. N. 25 del 18/04/2001 e n. 39 del 28/06/2001 e modificato con Delibera del C.C. n. 36 del 10/08/2004


Pietra Ligure


Pietra Marazzi

“Troncato, nel 1° d’azzurro a tre montagne di verde, una accanto all’altra, fondata sulla troncatura, cimate ciascuna da una spiga di grano d’oro, quella centrale in palo e quelle laterali a ventaglio; nel 2° d’argento alla pietraia al naturale sormontata dalle lettere B e NTE in caratteri maiuscoli di nero. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 1 agosto 1972


Pietrabbondante

“Troncato: il PRIMO, d’azzurro, calzato di rosso, alle tre stelle di sei raggi, d’oro, bene ordinate, poste sull’azzurro; il SECONDO, d’oro, alle tre torri di rosso, mattonate di nero, merlate alla guelfa di cinque, chiuse di nero, finestrate con finestrella tonda, dello stesso, fondate sulla pianura di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 7 aprile 2003


Pietrabruna


Pietracamela

“D’argento ai tre colli all’italiana d’azzurro, uniti, fondati in punta, il colle centrale, più elevato, sostenente la torre di rosso, murata di nero, merlata alla guelfa di tre. Ornamenti esteriori da Comune”.

 

D.P.R. n. 4019 del 20 giugno 1984


Pietracatella


Pietracupa

“Torre Merlata in campo azzurro e leone rampante sulla porta della Torre”.


Pietradefusi