Armoriale dei comuni per stato

“D’azzurro, al leone d’oro; al capo d’argento, alla croce di rosso”


Pezzana

“Semipartito troncato: il PRIMO, di argento, al giglio sbocciato, di rosso, sormontato dal rastrello anomalo, a guisa di scaglione diminuito, scorciato, appiattito, munito di nove denti, dello stesso; il SECONDO, di rosso, al libro aperto, di argento, la prima pagina con la parola STATUTA su tre righe e in lettere maiuscole, di nero, la seconda pagina con la data nella espressione romana MCCCXVIII su due righe, la prima riga recante MCCC, la seconda recante XVIII, dello stesso; il TERZO, di azzurro, alla stadera d’argento, con il romano posto a sinistra e con il piatto quadrangolare e graticolato a destra. Ornamenti esteriori da Comune”.


Pezzaze


Pezzolo Valle Uzzone

“D’oro, al grifone di rosso”


Pfulgriesheim

“Partito: al primo di nero alla croce d’argento, al secondo d’azzurro al giglio d’oro”


Phalsbourg

“Partito al primo di rosso al dado d’argento; al secondo d’argento alla lupa d’azzurro, lampassata di rosso, passante”.

D.Ric. 27 settembre 1938 – Libro Araldico Enti Morali vol. II pag. 617 n. 2044


Piacenza

“Di rosso al leone d’oro, alla banda d’azzurro attraversante. Ornamenti esteriori da Comune”.


Piacenza d’Adige

“Inquartato: nel PRIMO, campo di cielo, all’aquila rivoltata, di nero, allumata, rostrata, lampassata e membrata d’oro; nel SECONDO, d’argento, al biscione ondeggiante in palo, d’azzurro, coronato all’antica d’oro, ingollante il putto di carnagione, capelluto di nero; nel TERZO d’argento e nel QUARTO di cielo, attraversati dal castello, aperto, di rosso, mattonato di nero, munito di tre torri circolari merlate, la torre centrale più alta, fondato sul fiume, fluttuoso, al naturale. Ornamenti esteriori da Comune”.


Piadena Drizzona


Piaggine


Pian Camuno