Armoriale dei comuni per stato

“D’oro, all’albero di moro nero, con la chioma di verde e il tronco al naturale, nodrito in punta, fruttato di dodici more di nero, undici caricanti la chioma, una superiore attraversante sull’oro e sulla chioma, essa chioma cimata dalla colomba d’artento in atto di beccare la mora attraversante. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 20 ottobre 1998


Morro Reatino


Morrone del Sannio


Morrovalle

“D’azzurro, al cuore caricato da una fiamma di rosso, contornato da due rami di alloro al naturale, legati da una fettuccina di rosso. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.Ric. 21 novembre 1934


Morsano al Tagliamento

“D’azzurro, al castello d’argento, murato di nero, torricellato di un pezzo centrale, merlato alla guelfa, aperto e finestrato del campo, fondato su campagna di verde. Ornamenti esteriori di Comune”

D.P.R. 1 febbraio 1957


Morsasco

“D’azzurro al cervo passante su campagna di verde, addestrato da un mortaio di nero e da un albero al naturale; il tutto abbassato al capo dell’Impero. Lo stemma è circondato da due rami di quercia e di alloro legati in decusse da un nastrino e sormontato da corona patriziale”.

D.P.R. 26 novembre 1969


Mortara


Mortegliano

“Partito d’azzurro e d’argento, al faggio attraversante, la mezza chioma posta sull’azzurro spoglia in assetto invernale, di nero, il mezzo tronco dello stesso, nodrito nella pianura d’oro; la mezza chioma posta sull’argento di verde, il mezzo tronco al naturale, nodrito nella pianura di verde. Ornamenti esteriori di Comune”

DPR del 2 ottobre 1995


Morterone

“D’azzurro, ai flutti d’argento uscenti dalla punta, sormontati da un delfino d’oro accompagnato da due stelle dello stesso in capo”.


Morthomiers

“Nel 1° e nel 4° di argento, nel 2° di rosso, nel 3° di nero, con ornamentazioni di Comune”.


Moruzzo