Armoriale dei comuni per stato

“Fasciato di rosso e di argento”


Montoulieu

“D’azzurro alla Vergine di carnagione vestita di un abito di rosso e di un manto del campo, assisa su un trono gotico d’oro, tenente il Bambino Gesù anch’egli di carnagione e vestito d’azzurro, il tutto sormontato dalle lettere A e M onciali d’argento e sostenuto in punta da uno scudetto dello stesso caricato da una torta di rosso”.


Montpellier

“Fasciato di oro e di azzurro al capo cucito di argento”.


Montpeyroux

“D’azzurro a due colonne d’argento fondate su due monti dello stesso, al capo d’argento caricato da un usignolo al naturale posato su di un rametto di verde”.

Montpreveyres

“D’azzurro, seminato di bisanti d’oro”.


Montrésor

“Interzato in fascia: il PRIMO, partito: a) di argento alla croce a tau d’oro, accantonata da quattro crocette dello stesso; b) d’oro, all’aquila di nero, coronata d’oro, caricata dallo scudetto ellittico di rosso, sopraccaricato dalla croce di argento; il SECONDO, di verde, alla lettera maiuscola M, d’oro; il TERZO, d’oro, ai quattro pali di rosso. Ornamenti esteriori da Comune”.


Montresta

“Partito: al primo d’argento a tre stelle, poste in palo, separate da due crescenti il tutto di rosso; al secondo d’azzurro alla chiesa d’oro”.


Montreux

“Di rosso, alla croce catara di oro”.


Montségur

“Troncato semipartito: al primo di rosso al castello d’oro merlato alla ghibellina, fondato sopra un monte erboso al naturale; al secondo d’azzurro a tre spighe di frumento impugnate ed accollate da un grappolo d’uva fogliato, il tutto al naturale; al terzo di Beccaria, che è d’oro a tredici monticelli di rosso disposti 3, 4, 3, 2, 1”.

D.R. 6 novembre 1884.


Montù Beccaria


Monvalle