Armoriale dei comuni per stato

“D’azzurro, al lupo di nero rampante sul gruppo di sei monti d’oro, posato sulla campagna di verde, accompagnato nel cantone destro del capo, da un giglio fiorentino del terzo”.

D.C.G. 22 ottobre 1936


Montelupo Fiorentino


Montelupone

“Interzato in palo: nel primo troncato: a) d’oro, a quattro fiamme, di rosso, posto 1, 2, 1; b) di azzurro, a 6 gigli d’oro, posti 2, 2, 2. Nel secondo d’argento, a 6 gigli di azzurro posti 3 a 3 al capo partito d’argento e di azzurro, caricato nel primo dalla torre di rosso, nel secondo dal leone d’oro, esso capo unito alla sottostante semirotella di azzurro, con la convessità all’ingiù caricata da 3 gigli d’oro, po sti 2, 1. Nel terzo: d’oro a 6 palle, posti in orlatura, quella in capo più grande di azzurro, le altre di rosso. Ornamento esteriore del Comune”


Montemaggiore Belsito

“D’argento al torrione circolare di due piani di rosso ,merlato alla guelfa, aperto e finestrato. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.C.M. n.88/380 del 12 maggio 1951


Montemagno


Montemale di Cuneo


Montemarano

“Di azzurro, alla figura di Marte, effigiata dal guerriero di carnagione, in maestà, con la testa di profilo, coperto dell’elmo d’argento, ornato dal pennacchio di rosso, indossante la corta tunica di
argento, la lorica d’oro, la toga di verde, ricadente in banda alzata dalla spalla destra e in palo all’indietro, essa figura tenente con la mano destra la lancia d’oro, e con la mano sinistra lo scudo ovale, vista sul rovescio, d’oro, munita di coturni d’oro, e sostenuta dal monte all’italiana di tre colli, di argento, fondato in punta”.

R.D. 29 luglio 1993


Montemarciano

“D’argento, al decusse diminuito, d’azzurro, attraversato dal castello torricellato centralmente, di rosso, mattonato di nero, merlato alla guelfa, il fastigio di sette, la torre di tre, chiuso di nero, finestrato di due, una finestra sopra la porta, una nella torre, dello stesso. Ornamenti esteriori da Comune”.


Montemarzino

“Campo di cielo ai tre monti al naturale, il centrale più elevato, moventi da una pianura erbosa di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.Ric. 19 giugno 1931


Montemesola

“Di azzurro, alle tre montagne di verde, la centrale con i declivi visibili e fondata in punta, le laterali fondate in punta e uscenti dai fianchi, parzialmente celate dalla montagna centrale, esse montagne sormontate dalla lettera maiuscola M, d’oro, posta nel punto d’onore, accompagnata da quattro stelle, di otto raggi, d’argento, due a destra, due a sinistra, ordinate in palo. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 4 aprile 2007


Montemezzo