Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

“Di verde, alla pergola losangata di argento e di azzurro”.


Avène-les-Bains

“D’azzurro, al castello torricellato di un pezzo centrale, merlato di cinque alla ghibellina, chiuso e finestrato di nero, fondato su campagna di verde,attraversata da una freccia d’argento, posta in sbarra. Ornamenti esteriori da Comune”.


Averara

“D’azzurro, al basilisco d’oro posato su una campagna diminuita al naturale. Motto: QUI SUB INGESTA IACUIT BASILISCUS HARENA, INVICTUM LIBER PROTULIT ILLE CAPUT. Ornamenti esteriori di città”


Aversa

“Bandato, d’oro e di rosso circondato da otto api e un’arnia sotto la punta”.


Avesnes-sur-Helpe

Lo stemma utilizzato dal Comune di Avetrana raffigura tre colli (chiaro riferimento alle tre alture presenti nel territorio: Santa Maria, San Giorgio, “Mutinato”) al di sopra dei quali campeggia la parola “AVE” e al di sotto la
parola “TRANA”. il tutto è racchiuso in uno scudo che è sormontato dalla corona araldica, di libero comune e simbolo baronale, e circondato da due ramoscelli di quercia e alloro legati da un fiocco tricolore.

D.P.C.M. 20 giugno 1998


Avetrana

“D’azzurro, al San Bartolomeo di carnagione, in maestà, aureolato d’oro, capelluto e barbuto di nero, mirante verso l’alto, i fianchi e parte delle gambe drappeggiati di rosso, il braccio destro alzato, la mano destra impugnante il coltello del martirio, posto in banda, con la punta all’insù, d’argento, la spalla sinistra coperta dalla pelle del Santo, al naturale, pendente fino al fianco sinistro, attraversante il drappeggio, terminante con le mani e con il viso, rovesciati, il Santo sostenuto dalla pianura diminuita, d’oro. Ornamenti esteriori da città.”

D.P.R. 8 agosto 1994 e recepiti dal Consiglio Comunale con atto n. 65 del 21 settembre 1995


Avezzano


Aviano

“D`azzurro, all`albero al naturale nodrito su di un monte di sei cime d`oro
(3,2,1,) sostenente tre uccelli di nero; il tutto sinistrato da un cervo saliente d`argento. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 11 maggio 1972


Aviatico

“D’azzurro, alla croce d’argento, accantonata da quattro api al naturale. Ornamenti esteriori da Comune

D.P.C.M. 4 novembre 1930 –
trascritto nei registri della Consulta Araldica il 6 novembre 1930


Avigliana

Albero di avellana impiantato su quattro monti, due leoni rampanti ai piedi

 

Dallo statuto comunale


Avigliano