Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

“Troncato semipartito: nel primo d’azzurro a tre gigli d’argento, posti due, uno; nel secondo, d’argento al monte all’italiana di sei colli di verde; nel terzo di verde al monte all’italiana di sei colli d’argento; il tutto alla campagna inquartata di verde e d’argento”

D.P.R. 5 dicembre 1984


Monte Porzio

“Partito semitroncato: il primo d’argento alla figura di San Gregorio Magno, eretta, con mitra e pastorale; il secondo d’oro all’aquila di nero coronata dello stesso; il terzo d’azzurro al drago d’oro. Ornamenti esteriori da Comune”.


Monte Porzio Catone

“D’azzurro, alla torre d’argento, aperta, finestrata e murata di nero, fondata sulla cima centrale di un monte di tre colli di verde al naturale”.


Monte Rinaldo


Monte Roberto

“D’azzurro alla quercia d’oro, nodrita su di una montagna di verde. Sotto lo scudo, su lista svolazzante d’azzurro, il motto in caratteri d’oro: “ROBUR ET QUERCUS”.Ornamenti esteriori da Comune”.


Monte Romano

“Di azzurro, ai tre monti di verde, fondati sulla pianura di argento, il monte centrale più alto e più largo, con i declivi intieramente visibili, cimato dall’aquila di nero, con il volo alzato, allumata e linguata di rosso; i monti laterali, più esigui, uscenti dai fianchi e con i declivi parzialmente celati dal monte centrale. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 28 luglio 2005


Monte San Biagio


Monte San Giacomo

“Di azzurro, alla effigie di San Giovanni Battista, ritto, alquanto volto a sinistra, il viso, le braccia, le mani, le gambe, i piedi di carnagione, capelluto e barbuto di nero. aureolato d’oro, succintamente vestito di pelli di capra, di nero, i piedi muniti di calzari dello stesso, benedicente con la mano destra, il braccio sinistro posto in banda,con la mano afferrante la croce tipica del Battista, posta in sbarra alzata, di nero, ornata dalla banderuola ondeg¬giante in palo, di argento, caricata dalla scritta, in lettere maiuscole di nero, ECCE AGNUS DEI, essa effigie accompagnata nel cantone destro del capo dalla basilica papale, a sei gheroni di rosso e d’oro, con il mondo e la crocetta d’oro, con 1’asta dello stesso attraversata dalle chiavi papali d’oro e d’argento, con gli ingegni all’insù, decussate, il fusto della chiave d’oro, in banda, attraversante il fusto della chiave d’argento, in sbarra, le impugnature all’ingiù unite dal nastro di rosso, convesso verso la punta. Ornamenti esteriori da Città”.


Monte San Giovanni Campano


Monte San Giovanni in Sabina

“D’azzurro a tre sbarre di rosso. Ornamenti esteriori di Comune”


Monte San Giusto