Armoriale dei comuni per stato


Melito Irpino


Melizzano

“Di azzurro, ai due orsi ritti, di rosso, linguati dello stesso, sostenuti dalla campagna di verde, le zampe posteriori attraversanti. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 22 marzo 2010


Melle

“D’azzurro alla fascia d’argento accompagnata in capo da tre stelle a sei punte del secondo ordinate in fascia”.


Mello

“D’azzurro, all’albero di pino al naturale posto su un favo di miele pure al naturale”. 


Melpignano

“Di rosso alla pentola treppiede d’oro al manico ad arco dalla quale nascono tre gigli d’argento gambuti e fogliati di verde”.


Meltina

“D’azzurro seminato di gigli d’oro, al castello torricellato di tre d’argento, murato di nero, attraversante sul tutto”


Melun

“Trinciato: nel 1° d’oro, all’aquila di nero; nel 2° di rosso”.

D.P.C.M. 14 maggio 1952


Melzo

“D’azzurro, al castello d’argento, aperto e finestrato del campo, torricellato di cinque, la torre più bassa e più piccola, merlato alla ghibellina; alla croce latina, del secondo, nodrita sulla torre centrale, lievemente patente alle estremità; con la bordatura di argento e di azzurro”.


Menaggio

“D’oro, al bue d’argento, pezzato di nero, fermo sul rilievo centrale del terreno collinoso con tre rilievi, di verde, fondato in punta, esso bue accompagnato in capo da tre stelle di sei raggi, ordinate in fascia, d’azzurro. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 21 dicembre 1989


Menconico