Armoriale dei comuni per stato


Maclodio

D.P.R. n. 2899 del 9 maggio 1985


Macomer


Macra

“Tagliato: nel primo d’azzurro al campanile al naturale, movente dalla partizione; nel secondo d’oro ad un monte di tre cime di verde (2, 1) cimato di un albero di tiglio al naturale ed accostato delle lettere maiuscole M. O. di nero. Ornamenti esteriori da Comune”.


Macugnaga

“Campo di cielo al castello merlato alla ghibellina fondato su rocce al naturale, aperto e finestrato di tre, torricellato di tre pezzi di giallo, il mediano più elevato, merlati alla guelfa. Ornamenti esteriori da città”


Maddaloni


Madesimo

“Trinciato: al primo d’oro al castello di rosso; al secondo di verde ad un covone di grano d’oro. Ornamenti esteriori da Comune”.


Madignano

“D’argento, a quattro mattoni di rosso disposti due in capo, uno in punta ed uno in cuore; quest’ultimo più grande. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 20 giugno 1968 – trascritto nei Registri dell’Ufficio Araldico il 26 settembre 1968


Madone


Madonna del Sasso

“Partito : al primo di rosso a tre fasce di vaio; al secondo d’oro, alla croce di rosso; al capo d’azzurro caricato da un’ape d’oro accostata da due gigli dello stesso”.


Madriat