Armoriale dei comuni per stato

“Di azzurro alla stella di sedici raggi d’oro”


Lançon-Provence

“D’armellino, al palo-punta rovesciata d’azzurro, caricato in capo da una nave fornita e vestita d’oro, sostenuta da un pastorale in palo dello stesso”.


Landévennec

“D’argento, al torrione con base quadrata, di rosso, fondato in punta, coperto di nero, munito di quattro finestrelle sotto il tetto, ordinate in fascia, di grande trifora, di nero, di finestra centrale dello stesso, munito di saracinesca d’argento e accompagnato sui fianchi, da due aperture per bolzoni, di nero, di grande porta con arco a tutto sesto, dello stesso, esso torrione accompagnato in capo dalla fascia diminuita, ondata, di azzurro. Ornamenti esteriori da Comune”.


Landiona

“Di rosso, allo scudetto d’oro caricato da un leone nato morto di nero, accompagnato da otto losanghe vuote d’oro disposte in orlo”


Landivisiau

“Di rosso a due spade d’argento manicate d’oro poste in decusse, sormontate da un castello pure d’argento, merlato alla guelfa, aperto del campo e murato di nero. Ornamenti esteriori da Comune”.


Landriano

“D’argento ai tre elmi d’azzurro posti 2,1”


Landshut

“Inquartato: al 1° e 4° scaccato di rosso e d’argento; al 2° e 3° d’azzurro al guinzaglio da cane con collare di cuoio attraversante in sbarra”.

R.D. 15 settembre 1942


Langhirano

“Troncato di rosso e d’azzurro. Ornamenti esteriori di Comune”.

Stemma in uso dal Comune


Langosco

“D’azzurro, all’agnello pasquale coricato d’argento portante una croce alta d’oro, col guidone di rosso caricato dall’iscrizione LAUS DEO in lettere capitali pure d’oro”.


Lannion

“Di rosso alle due lance da torneo poste in croce di sant’Andrea, sormontate da un covone di grano, a un grappolo d’uva sospeso alle due lance, il tutto di oro, al capo di azzurro caricato da un’ombra di sole accompagnata da due stelle, il tutto di oro”


Lansargues