Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

Arlena di Castro

“D’oro, a due pastorali addossati di nero e nove ratti dello stesso posti in orlo, alla campagna di rosso caricata di due chiavi d’oro poste in decusse e addossate”.


Arleux-en-Gohelle

“Di rosso, al volo d’argento sormontato da un crescente dello stesso”.

D.R. 17 ottobre 1935


Arluno


Armeno

“D’oro alla figura umana effigiante San Luca, di carnagione, in maestà, mitrata d’argento, aureolata d’azzurro, barbuta di bianco al naturale, vestita con la tunica dello stesso, con il pallio verde, benedicente con la mano destra e tenente con la mano sinistra il pastorale in sbarra d’azzurro, con i piedi ignudi, seduta sul cavallo gaio, baio al naturale”

D.P.R. 25 giugno 1986


Armento

“Inquartato: il PRIMO, di azzurro, alla lettera maiuscola A, d’oro; il SECONDO, di verde, alla campana d’oro, legata di rosso; il TERZO, di rosso, ai due ricci di castagno, d’oro, fogliati di quattro dello stesso, posti in banda; il QUARTO, d’oro, al grappolo d’uva, di porpora, unito al tralcio al naturale, posto in fascia, fogliato di due, di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 7 aprile 2003


Armo

D.P.C.M. n. S.G. 7483/A del 25 maggio 93


Armungia

“Inquartato: nel primo, interzato in fascia, la prima e la terza di rosso, la seconda d’argento con la crocetta patente di rosso, accompagnata da due stelle di cinque raggi, dello stesso, una a destra, l’altra a sinistra; nel secondo, di nero al leone d’argento, allumato e linguato di rosso; nel terzo, interzato in fascia, la prima e la terza fascia, di argento, la seconda, di rosso; nel quarto, di rosso alla croce d’argento. Ornamenti esteriori da Comune.”

D.P.R. del 9 maggio 1997.


Arnad


Arnara

D.P.R. 5 settembre 1995


Arnasco