Armoriale dei comuni per stato

“D’argento al ramo di verde posto in banda e toccante i bordi, fogliato di due pezzi dello stesso”.


La Valle

“Campo di cielo, al paesaggio montano con chiesetta alpina e corso d`acqua, con lo sfondo di montagne nevose; alla pianura d`argento caricata di due felci di verde in decusse. Ornamenti esteriori da comune”.
D.P.R. 16 marzo 1956


La Valle Agordina

“Di rosso al leone d’oro, lampassato del primo e armato di nero”.


La Valletta

Il comune è nato il 30 gennaio 2015 dalla fusione dei comuni di Perego e Rovagnate


La Valletta Brianza

“Inquartato: al primo e al quarto di rosso a una rosa d’armellino; al secondo e al terzo pure di rosso a cinque fusi d’argento, posti 3 e 2; sul tutto d’azzurro all’arpa rivoltata d’oro”.


La Vieille-Lyre

“Partito al primo d’azzurro alla torre d’argento, murata di nero, aperta del campo; al secondo d’argento al pino di verde”.


La-Tour-du-Pin

“Troncato: al 1º di azzurro all’aquila imperiale napoleonica d’oro, al 2º partito: al 1º d’oro al cavallo inalberato di nero e al 2º d’oro alla Trinacria siciliana al naturale”.


Labastide-Murat

“Di rosso, all’aquila d’oro sorante da un monte all’italiana di tre cime di verde fondato in punta. Segni esterni di Comune”


Labico

“Di azzurro, alla quercia di verde, munita di quattro rami, due e due, curvati e decussati, quelli minori, centrali, intersecanti i maggiori, essa quercia fruttata di oro, fustata al naturale, nodrita nella pianura di verde, con parte delle radici apparente, attraversante il cinghiale di nero, armato d’argento, fermo sulla pianura. Ornamenti esteriori da Comune”.


Labro

“D’azzurro, alla torre d’argento, quadrata e merlata di quattro pezzi, aperta e finestrata del campo, movente da una campagna di verde e sormontata da un leone tenente con le branche anteriori un ramo di cotogno al naturale”.

 

Stemma utilizzato di fatto, dal Comune di Lacchiarella


Lacchiarella