Armoriale dei comuni per stato

“D’argento al capo abbassato di rosso. Lo scudo sarà sormontato da corona marchionale cimata da elmo con un destrocherio armato posto tra due corna di cervo, impugnante una spada d’argento, con l’elsa d’oro, che taglia il nodo ultimo del corno sinistro”.


Crema

“Di rosso, calzato abbassato d’oro, alla torre campanaria di argento, murata di nero, munita della trifora di nero in prossimità del coronamento, della bifora sottostante, dello stesso, di due finestre a mezza altezza, di nero, ordinate in fascia, della feritoia dello stesso, nella parte basamentale, essa torre fondata sull’oro del calzato abbassato. Ornamenti esteriori da Comune”


Cremella


Cremenaga

“D’oro ad un monte all’italiana (3) di verde con la cima centrale addossta ad un pino al naturale, rampante sul tronco, un cervo di rosso; nel canton destro del capo, una torre di rosso merlata di 4 alla guelfa adossata ad un pastorale e ad una spada di argento deceussati”.

 

“D.P.R. 30 aprile 1982


Cremeno


Cremia

D.P.R 12 ottobre 1993


Cremolino

“Partito: al primo fasciato di rosso e d’argento; il secondo di azzurro al braccio vestito di rosso e d’argento stringente nella mano una palla d’oro. Corona gemmata a cinque fioroni “.

D.P.R. 18 aprile 1951.


Cremona

D.P.R. 6 aprile 1987


Cremosano

“D’argento, alla croce di rosso, accantonata da quattro mezzelune crescenti, dello stesso. Lo stemma è sormontato dalla corona comitale. Sotto lo scudo, due fronde di alloro e di quercia, di verde, l’alloro con le drupe d’oro e la quercia con le ghiande dello stesso, decussate in punta, legate dal nastro tricolorato dai colori nazionali”


Crescentino

In campo grigio chiaro corso d’acqua nascente da cime di monti celeste chiaro scendente a valle tra file di colline azzurre e verdi.


Crespadoro