Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

Crespino

“Di azzurro, all’albero di verde, la parte superiore del tronco infilata nell’anello d’oro posto obliquamente, con la parte bassa di esso attraversante il tronco, l’albero nodrito nella campagna erbosa di verde e accompagnato nei cantoni del capo da due stelle di sei raggi d’oro. Ornamenti esteriori da Comune”.

DPR 1 marzo 2000


Cressa

“D’azzurro, alla fascia ondata d’argento, accompagnata in capo da una crocetta potenziata d’oro, caricata in cuore dall’occhio raggiante dello stesso, e in punta da un grappolo d’uva ramato e fogliato pure d’oro”.


Créteil

“D’argento, a tre leoncini di rosso, posti 2 e 1”.


Creully

“Partito, al primo di rosso alla spiga di grano d’oro posta in palo; al secondo d’oro al grappolo d’uva di rosso pampinoso di verde”.


Creuzier-le-Vieux

“Di argento alle tre bande di verde , col cuore di rosso posto in abisso”.


Crevacuore

”D’argento, ai tre cuori di rosso, bene ordinati; al capo d’Angiò. Ornamenti esteriori da Città”


Crevalcore

“D’azzurro, al leone d’oro, afferrante con le zampe anteriori due chiavi d’argento, poste in palo, sovrapposte, con gli ingegni all’insù, e con le impugnature circolari e intersecantisi. Ornamenti esteriori da Comune.”.

D.P.R. 14 settembre 1984, a firma Pertini.


Crevoladossola


Crispano

“D’azzurro, al guerriero romano a cavallo, galoppante su un terreno di verde, sormontato da un lambello d’argento a tre denti e fra essi una croce greca d’oro a destra, una conchiglia al naturale a sinistra. Motto: Crispus”.

D.R. 29 aprile 1923.


Crispiano