Armoriale dei comuni per stato

“Di rosso, alla fascia d’oro accompagnata da tre conchiglie dello stesso”.


Conqueyrac

“Di rosso, al luccio e alla tinca posti in palo e affrontati, il luccio d’argento, la tinca d’oro, essi pesci accompagnati in capo dalla pigna d’oro, rovesciata, appesa al rametto di verde, uscente dal lembo superiore dello scudo. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 29 settembre 2011


Conselice

“D’argento a sette losanghe di rosso poste in banda. Ornamenti esteriori da Comune”.

D. Ric. 8 maggio 1953


Conselve


Contà

“Campo di cielo, alla colonna coronata posta sulla campagna, il tutto al naturale. Accollato all’aquila bicipite di nero, coronata, tenente con le zampe un nastro con il nome del Comune, cimiero: una donna nuda tenente due aspidi ondeggianti in palo, timbrato da una corona regale”.


Contessa Entellina

“Di verde, al monte all’italiana di cinque colli, due, tre, fondato in punta, d’argento, accompagnato in capo dalla rosa, dello stesso. Ornamenti esteriori da Comune”

D.P.C.M. n. 6209 del 27 Luglio 1987


Contigliano

“D’azzurro, al destrocherio vestito di argento, afferrante una rosa al naturale, fogliata di tre, due a sinistra e una a destra, fiorita di rosso, il gambo addestrato di un bocciolo, di rosso. Ornamenti esteriori di Comune”.

Nostro blasone


Contrada


Controguerra

Al centro dello scudo vi è un’aquila bicipite, di colore grigio, con le ali spiegate, lo scudo è sormontato da una corona con cinque punte visibili


Controne

“D’oro, all’ olivo di verde, fustato al naturale, fruttato di otto di nero, nodrito nella pianura di verde, accompagnato a destra dallo zampillo d’acqua di azzurro uscente dalla pianura, a sinistra dal fauno in maestà, capelluto e barbuto di nero, cornato di argento, la parte umana di carnagione, la parte caprina di nero, tenente con la mano sinistra la fistula di argento, la mano destra appoggiata al tronco dell’olivo, esso fauno sostenuto dalla pianura. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante d’oro, il motto, in lettere maiuscole di nero: EX AQUIS SURGO. Ornamenti esteriori da Città”.

D.P.R. 2 dicembre 2010


Contursi Terme