Armoriale dei comuni per stato

D.P.R. 3 novembre 1962.


Colli a Volturno


Colli al Metauro

Su fondo rosso figura della Vittoria tenente nella mano destra una spada d’argento con elsa d’oro e sulla sinistra una corona d’alloro, in piedi, sopra un elefante passante – campo azzurro con torrione diroccato in pietra, merlato alla ghibellina con a sinistra un tralcio di vite e a destra un mazzo di spighe di grano.

Dallo statuto comunale


Colli del Tronto

“Partito semitroncato: il PRIMO, d’oro, ai dodici monticelli a guisa di triangoli isosceli,di verde, ordinati in due pali; il SECONDO, di azzurro, alle sette spighe di grano, impugnate, d’oro, legate di rosso; il TERZO, trinciato d’oro e di rosso. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 17 gennaio 2000


Colli sul Velino

“Partito, nel PRIMO, di argento, fasciato di due pezzi d’azzurro, alla spiga di grano al naturale  attraversante, nodrita sulla pianura verdeggiante; nel  SECONDO, d’azzurro, alla torre d’oro, murata di nero, merlata di quattro pezzi, finestrata di un pezzo di nero, e aperta dello stesso, fondata sulla pianura di verde; al capo d’argento caricato da un tralcio di vite di verde, posto in fascia, pampinoso di sette, dello stesso, quattro pampini all’insu, tre all’ingiù questi alternati da due grappoli d’uva al naturale, gambuti di verde, pendenti dal tralcio. Ornamenti esteriori da Comune”.


Colli Verdi

“D’azzurro, alla torre di argento, murata di nero, merlata alla guelfa di tre, chiusa di rosso, finestrata di due in fascia, dello stesso, fondata sulla campagna diminuita, di verde, accompagnata da due cipressi, uno e uno, di verde, fustati al naturale, nodriti nella campagna. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 24 settembre 2010


Colliano

D.P.R. 2 gennaio 1993


Collinas

“D’argento, al monte di verde fondato in punta sostenente un pino fustato al naturale e fogliato di verde”.


Collio

“Inquartato: nel primo e nel quarto fasciato di oro e di rosso di otto; nel secondo e nel terzo d’argento alla stella d’azzurro di otto raggi. Ornamenti esteriori di Comune”.


Collobiano

“D’argento alla torre di due palchi di rosso, merlato alla ghibellina, il primo palco di cinque, il secondo di tre, chiusa, finestrata di due il primo palco, di una il secondo, di nero, fondata sulla collina al naturale”.

D.P.R. 19 ottobre 1983


Colloredo di Monte Albano