Armoriale dei comuni per stato

“D’azzurro, a due colli al naturale, sormontati ciascuno da una stella d’argento (6). Ornamenti esteriori da Comune”.


Colle Umberto

“D’argento a tre monti di verde fondati in punta, quello centrale più elevato sostenente un pesco fruttato di sei; il tutto abbassato ad un capo partito: il 1° d’azzurro alla ruota d’oro dentata di nove in banda; nel 2° di rosso ad un grappolo d’uva d’oro in sbarra, gambuto e pampinoso di due di verde. Ornamenti esteriori di Comune”.

D.P.R. 6 ottobre 1975


Collebeato

“Di cielo a tre colli di verde uscenti dal fianco sinistro dello scudo limitanti uno specchio d’acqua al naturale; ad un’ombra di sole movente dal fianco destro dello scudo che è attraversato, in punta, dalla scritta “Colliculum”. Nel cantone sinistro del capo tre stelle d’oro disposte in fascia”.


Collecchio


Collecorvino


Colledara

“D’oro, alla macina di pietra al naturale con tre fori di nero posti in fascia e dei quali il centrale quadrato ed i laterali tondi. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 14 febbraio 1966


Colledimacine

“Di azzurro, alla torre di due palchi, d’oro, murata di nero, merlata alla guelfa, il palco superiore di tre, quello inferiore di quattro, chiusa di nero, finestrata di quattro, due finestre per ogni palco, ordinate in fascia, dello stesso, essa torre fondata sul colle centrale del monte alla tedesca di tre colli, di verde, fondato in punta. Ornamenti esteriori da Comune”


Colledimezzo


Colleferro


Collegiove

“D’azzurro a quattro sbarre d’argento, al leone illeopardito d’oro, accompagnato dalla lettera “C” maiuscola, potenziata, dello stesso, posta sul punto d’onore; al capo di Savoia”.


Collegno