Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

“Di azzurro al braccio destro scorciato di carnagione, movente da sinistra, stringente nel pugno un pomo d’oro; al capo abbassato di Malta che è di rosso alla croce d’argento. Capo del Littorio. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.Ric. 22 agosto 1941


Cicciano


Cicerale


Ciciliano

“Di rosso, alle quattro corone d’oro all’antica, gemmate e radiate di cinque punte disposte 1.2.1”.
Blasonatura di Massimo Ghirardi


Cicognolo

Una chiesa e la scritta “Cicunium” con sopra una corona con scritta “Comune di Ciconio” e fronde laterali di alloro.

Dallo Statuto comunale


Ciconio

“Di verde al rastrello da giardino d’oro, accostato da due lettere C.C. maiuscole, romane, di nero. Ornamenti esteriori da Comune”


Cigliano

“Inquartato: nel PRIMO e nel QUARTO, di argento, alla lettera maiuscola C gotica, di azzurro; nel SECONDO e nel TERZO, di porpora pieno. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 22 settembre 2009


Cigliè

“Di azzurro, al leone d’oro, linguato di rosso, afferrante con entrambe le zampe anteriori il castello di rosso, mattonato di nero, torricellato di uno, merlato alla guelfa, il fastigio di cinque, la torre centrale di tre, esso castello chiuso di nero e finestrato nella torre con finestrella tonda, dello stesso; il tutto accompagnato da quattro stelle, di sei raggi, poste nei cantoni dello scudo, di argento. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 4 febbraio 2010


Cigognola

“Bandato di quattro pezzi di azzurro e di verde, alla torre di due palchi, attraversante, d’oro, murata di nero, ogni palco merlato alla guelfa di cinque e finestrato di uno, di nero; essa torre chiusa dello stesso, fondata in punta. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 26 giugno 2008


Cigole

“Troncato: al 1° d’azzurro al cane d’argento collarinato d’oro, seduto sopra un cuscino d’argento, posto nel cantone sinistro, e fissante una stella d’oro (8) nel canton destro del capo; il secondo d’oro al castello mattonato di rosso e finestrato di nero. Ornamenti esteriori di Comune”.

D.P.R. 26 settembre 1954.


Cilavegna