Armoriale dei comuni per stato

“Inquartato d’azzurro e di nero, allo scudetto d’oro caricato da una croce d’azzurro accantonata da quattro ombre di sole, attraversante in cuore e sostenuto da un massacro di cervo d’argento pure attraversante sulla partizione”.


Cheverny


Chialamberto

“Di verde alla capra rampante al naturale.”

R.D. 14 dicembre 1933


Chiampo

Un’aquila bicefala al cui centro presenta uno scudo con fondo bianco al cui interno sono presenti, nella parte superiore tre fasci con anello centrale, tre fiori nella parte centrale, un rettangolo pieno ed un fiore nel fondo dello scudo.
Tratto dallo statuto comunale.


Chianche

“Di rosso ad una stella d’oro, raggiata di sei.”


Chianciano Terme


Chianni

“Partito d’oro e di rosso, al leone rampante al naturale”


Chianocco

“Una catena montagnosa di cinque vette, d’argento, fondata in punta, accompagnata in capo dal monogramma della SS. Vergine Maria d’oro, e da due tortelli, di verde, posti nei cantoni del capo.”
Tratto dallo statuto comunale.


Chiaramonte Gulfi


Chiaramonti

“Di rosso a tre spighe di grano d’oro; nodrite su campagna di verde; il tutto abbassato ad un capo d’oro, caricato di una stella d’azzurro, raggiata di sei. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 29 ottobre 1979


Chiarano