Armoriale dei comuni per stato

“D’azzurro al castello pentagonale con tre lati tondeggianti e due lineari su prato di verde, con ponte levatoio chiuso contenente quattro cipressi, l’antica casa comunale con due finestre ed adiacente una torre merlata alla ghibellina ed orologio a cifre romane segnante le ore 6.50 e finestrella.”


Castelnuovo Berardenga


Castelnuovo Bocca d’Adda


Castelnuovo Bormida

“Troncato; nel 1º di rosso, al castello d’argento murato di nero, aperto e finestrato; nel 2º d’argento, ad un pino al naturale nodrito su una campagna di verde. Ornamenti esteriori da Comune.”


Castelnuovo Bozzente

“D’azzurro,alla torre di rosso,mattonata di nero,chiusa dalla porta a sesto acuto,dello stesso,finestrata di uno, di nero, merlata alla guelfa di cinque,fondata sulla pianura di verde;essa torre accompagnata in capo da tre bisanti,ordinati in fascia,d’oro. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 24 aprile 1997 a firma del presidente Oscar Luigi Scalfaro


Castelnuovo Calcea


Castelnuovo Cilento

“D’azzurro, alla torre merlata di tre alla ghibellina, d’oro, chiusa, finestrata e murata di nero, terrazzata di verde e sostenuta da due leoni affrontati, con la testa rivolta all’esterno, al naturale.”


Castelnuovo del Garda


Castelnuovo della Daunia

“Partito semitroncato: nel primo, d’azzurro, alle otto stelle di cinque raggi, d’oro, poste due, due, due e due; nel secondo d’oro, nel terzo di nero. Ornamenti esteriori di Comune”.


Castelnuovo di Ceva

D’azzurro, alla torre sormontata da una corona con ai lati due leoni.

 
Tratto dallo statuto comunale.


Castelnuovo di Conza