Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

Castello con mura merlate alla guelfa e due torri, di colore rosso in campo d’argento.

D.P.R. 25 marzo 1993


Castelcucco

“D’argento, alla torre di due palchi di rosso, mattonata di nero, aperta del campo, merlata alla guelfa, il palco inferiore di cinque, quello superiore di quattro, essa torre fondata sulla pianura erbosa di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.

 

D.P.R. 19 settembre 1996


Casteldaccia


Casteldelci

“D’argento, alla effigie di Santa Margherita, in maestà, di carnagione, capelluta di nero, vestita con la tunica di azzurro, con le braccia aperte, tenente con la mano destra la crocetta latina, posta in banda, d’oro, la Santa sostenuta in punta, attraversante il delfino d’oro, coricato in punta, rivoltato, rovesciato, la testa alzata e volta a destra, la coda inanellata e alzata. Ornamenti esteriori da Comune.”


Casteldelfino


Casteldidone

“Di rosso, al castello d’oro, murato di nero, merlato alla guelfa, torricellato di tre torri, merlate di tre, la torre centrale più alta, il fastigio merlato di nove, i merli posti in tre gruppi di tre, adiacenti alle basi delle torri, esso castello finestrato di uno in ogni torre, di rosso, chiuso dello stesso, fondato sulla pianura di verde”.

D.P.R. 8 settembre 2000


Castelfidardo

“D’argento al giglio rosso fiorentino al capo ribassato di rosso”.

 


Castelfiorentino

“Di azzurro, ai tre colli all’italiana, fondati in punta, di argento, uniti, quello centrale più alto e più largo, sormontati dalla cometa d’oro di otto raggi, il raggio inferiore inglobato nella coda ondeggiante in palo. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di azzurro, il motto, in lettere maiuscole di nero, FORTIS IN SUBLIMI. Ornamenti esteriori da Città.”.


Castelforte


Castelfranci

“D’azzurro, alle chiavi pontificie d’oro e d’argento poste in decusse, gli ingegni in alto, legate da un nastro di rosso, accantonate da quattro croci trifogliate d’oro.”


Castelfranco di Sotto