Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

Casalvolone

“Semipartito troncato: nel primo d’oro alla cotta d’armi di acciaio, nel secondo d’azzurro alla porta d’argento, chiusa circondata da bugno e inserita nel muro fortificato, al naturale, merlato di sei alla ghibellina, sostenenti l’aquila coronata d’oro, nel terzo di rosso a due pannocchie di mais d’argento, poste in decusse, gambute e fogliate di verde.”

 

D.P.C.M. 22 marzo 1984


Casalzuigno

Arma d’argento con casa rossa, riportate nel cantone di destra un grappolo d’uva nero con due foglie verdi ed in quello di sinistra un ramoscello di nocciolo con due foglie verdi, in basso un ramo di ulivo in fascia.


Casamarciano

“D’azzurro, alla torre d’argento aperta e finestrata. Ornamenti esteriori da Comune”

D.C.G. 28 gennaio 1936


Casamassima

Lo stemma rappresenta una donna che bagna i piedi nelle acque di un ruscello, con a fianco un vaso di terracotta e sullo sfondo tre colli.

Tratto dallo statuto comunale.


Casamicciola Terme


Casandrino

“Partito: nel PRIMO, fasciato d’oro e di rosso di dieci pezzi; nel SECONDO, di azzurro, alla torre d’oro, murata di nero, chiusa e finestrata di due in palo, dello stesso, merlata alla guelfa di cinque, fondata sulla campagna di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.


Casanova Elvo

D.P.R. 5 giugno 1951


Casanova Lerrone

“Semipartito troncato: nel PRIMO, bandato di rosso e d’argento; nel SECONDO, d’oro, all’aquila di nero, coronata del campo, allumata, linguata, armata di rosso; nel TERZO, di rosso, alle tre mezzelune montanti, ben ordinate, di argento. Ornamenti esteriori di Comune”.

D.P.R. 15 giugno 1995


Casanova Lonati


Casape