Armoriale dei comuni per stato

“Spaccato: nel primo, al campo di cielo all’acquedotto romano a cinque punte arcate al naturale (colore cotto); nel secondo, di verde, all’aratro al naturale, con il capo d’azzurro”


Casalnuovo di Napoli

“D’oro alla torre di rosso a due piani, merlata alla guelfa, terrazzata di verde. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 17 ottobre 1961


Casalnuovo Monterotaro


Casaloldo

“D’argento, alla torre merlata ad un piano, di rosso, murata di nero, mostrante il lato sinistro, posta su pianura erbosa di verde. Lo scudo è fregiato della corona da comune.”

D.P.C.M. 28 ottobre 1929


Casalpusterlengo

“Di verde erboso all’accampamento quadrato normale romano; circondato da due rami di quercia e d’alloro,
annodati da un nastro dai colori nazionali. Ornamenti esteriori da Comune.”

 

R.D. 21 giugno 1934


Casalromano

“D’argento, al castello di rosso, sormontato da una croce scorciata dello stesso, fondato su un terreno, di verde, ristretto; ed accompagnato sotto da una fascia d’azzurro. Ornamenti esteriori da Comune.”

 

D.P.R. 4 dicembre 1956


Casalserugo


Casaluce


Casalvecchio di Puglia

“D’azzurro, alla fascia d’argento accompagnata in capo da tre stelle (6) dello stesso e in punta da un grappolo d’uva nera al naturale”


Casalvecchio Siculo

D’azzurro, alla torre civica con sovrastante araba fenice e con la scritta ‘ut in aeternum vivat’.

 

Dallo Statuto comunale


Casalvieri