Armoriale dei comuni per stato


Carbognano

“Semipartito troncato: nel primo, di rosso, alla pannocchia di riso di tre spighette, d’oro; nel secondo, di verde, alla pannocchia di granoturco, d’oro; nel terzo, di azzurro, ai due lupi di nero, affrontati, fermi sulla campagna d’oro. Ornamenti esteriori di Comune”.

D.P.R. 8 giugno 1992


Carbonara al Ticino


Carbonara di Nola


Carbonara Scrivia

“Di rosso, al castello di argento, aperto di nero, torricellato di un pezzo centrale merlato alla guelfa, accollato da un’alabarda d’argento, manicata di legno e da uno spadone al naturale passanti, in croce di Sant’Andrea”

D.P.R. 12 giugno 1962


Carbonate

“Di azzurro, al monte all’italiana di tre colli, d’argento, fondato in punta, il colle centrale cimato dalla fiamma di rosso, il tutto accompagnato in capo dalla stella di cinque raggi, d’argento.”


Carbone

“D’azzurro al castello d’oro di tre torri merlate (la centrale più elevata) alla guelfa aperto e finestrato di rosso fondato sulla campagna di nero”.


Carbonera

“D’azzurro alla lampada da minatore, alla campagna formata da un banco di carbone, il tutto al natuale, la lampada addestrata in alto da un M (porpora). Ornamenti esteriori da Città”

R.D. 30 marzo 1939


Carbonia

“D’azzurro, abbassato da un capo d’argento alla croce di rosso, caricato da un muro d’argento ricurvo, murato di nero, merlato di 5 alla guelfa e aperto di 2 del campo. Ornamenti esteriori da comune.”

D.P.R. 15 dicembre 1981


Carcare

“D’azzurro, seminato di gigli d’oro, al portale di città fiancheggiato da due torri coperte d’argento, murato, finestrato e aperto di nero, la porta saracinescata pure d’argento, sormontata da uno scudetto di rosso caricato da un agnello pasquale d’argento con la testa rivolta e nimbata d’oro, portate un pennoncello pure d’argento sovraccaricato da una crocetta del campo”.


Carcassonne