Armoriale dei comuni per stato

/ / Armoriale dei comuni per stato

“Partito di rosso e di azzurro, alla verghetta d’argento attraversante sulla partizione, carica delle lettere ALBI disposte l’uno sotto l’altra di nero; nel primo alla stella di sei punte d’argento; nel secondo al castello torricellato di un pezzo al naturale. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.C.G. 9 giugno 1937


Albi

“Di rosso, al castello merlato di quattro pezzi d’argento, murato di nero, aperto del campo da due porte saracinescate d’argento ; al leopardo d’oro, le zampe posate sui quattro merli, il tutto passante sulla croce arcivescovile d’oro in palo, addestrata in capo dal sole dello stesso e sinistrata dal crescente di luna rivolto d’argento”.


Albi

“D’azzurro alla fascia d’argento, caricato di un castagno sradicato passante sul tutto, al naturale accostato al piede destro da un mucchio di cubetti di porfido, d’oro. Corona: Murale di Comune. Ornamenti: A destra una fronda d’alloro fogliata al naturale fruttifera di rosso; a sinistra una fronda di quercia fogliata e ghiandifera al naturale, legate da un nodo d’oro”.

D.P.G.P. di Trento n. 307 del 25 gennaio 1993


Albiano

D.P.R. 17 ottobre 1961


Albiano d’Ivrea

“D’argento, a tre bande di rosso doppio merlate”.

 

D.C.G. 18 maggio 1936


Albiate

“D’azzurro ad un sole d’oro uscente dal capo e al monte di tre cime d’argento uscente dalla punta. Ornamenti esteriori da Comune”

D.P.R. 25 settembre 1980 – Trascritto nel Registro Araldico dell’Archivio Centrale dello Stato 6 novembre 1980


Albidona

“Di verde al bue d’oro rampante. Ornamenti esteriori da Comune”.
R. D. 7 gennaio 1938
LL PP 11 febbraio 1941


Albignasego

“Di verde, a tre corone all’antica, poste 1,2; la prima caricata della parole ALBUNETVM, la seconda della parola BVRCIANVM, la terza della parola MONS RICCVS, il tutto di nero. Ornamenti esteriori di Comune”

R.D. 25 aprile 1929 di Vittorio Emanuele III


Albinea

“Inquartato, al primo e al quarto di rosso; al secondo e al terzo d’arento; alla torre d’oro aperta e finestrata del campo, merlata alla ghibellina posta sulla partizione del terzo e quarto. ornamenti esteriori di città”.

D.P.R. 1 dicembre 1952


Albino

“Partito: nel 1° d’azzurro a tre stelle (8) d’oro, male ordinate; nel 2° di rosso e quattro fasce d’argento; sulla partizione tre monti al naturale, ristretti. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 3 aprile 1957


Albiolo