Armoriale dei comuni per stato

“D’azzurro all’arbusto di verde, fiorito a ventaglio di tre d’argento e fogliato di quattro, nodrito su di una collina al naturale, fondata in punta, accompagnato da un’ombra di sole levante d’oro. Ornamenti esteriori da Comune”.


Bresso

“Partito, il primo d’azzurro a tre gigli d’oro, il secondo d’armellino pieno; alias Partito di Francia e di Bretagna”


Brest

“D’oro, alla croce piana di rosso, accantonata nel primo da una stella dello stesso, nel secondo, nel terzo e nel quarto da quattro api rivoltate d’azzurro poste due e due in fascia”.


Breteuil

Monte con tre alberi stilizzati, sovrastante specchio d’acqua con onde e due stelle blu, a sei punte, nei margini superiori.

Dallo statuto comunale


Brezzo di Bedero


Briaglia


Briatico

“D’argento al leone tenente con le branche anteriori una falce messoria, il tutto al naturale. Ornamenti esteriori da Comune”


Bricherasio

“Campo di cielo, al castello di argento, murato di nero, merlato alla ghibellina, le due torri di tre ciascuna, il fastigio di tre, le torri munite di forte marcapiano e finestrate con tre grandi finestre di nero, poste una due, il corpo del castello chiuso con grande porta dello stesso, il merlo centrale del fastigio sostenente il fusto di nero, posto in palo, a guisa di albero di nave, con pennone dello stesso, esso pennone munito di vela anomala, di forma triangolare, di verde, con la punta accollante il fusto sopra il detto merlo centrale, esso castello fondato sulla pianura di azzurro, fluttuosa di argento”.

D.P.R. 22 maggio 2002


Brienno

Scudo sannitico con una fascia mediale riportante l’iscrizione “BRIENZA FEDELE” che divide lo stemma in due campi. In quello superiore tre torri su fondo azzurro alludono al Castello Caracciolo, mentre in quello inferiore due braccia con mani si stringono in segno di amicizia e solidarietà. Esso, infine, è sormontato da una corona marchesale.

 
Tratto dallo statuto comunale.


Brienza


Briga Alta