Mareggiato

campo o partizione rappresentato fluttuoso. Si può rappresentare d’azzurro, d’argento o di verde, tratteggiandola con uno d questi smalti diverso da quello del fondo. Cfr. Fluttuoso.

Mazziere

incaricato che precede il corteo con la mazza del signore o di una magistratura.

Marinato

animali terrestri quando sono muniti, contro la loro natura, di una coda di pesce. Meglio Marino.

Marino

aggettivo che indica le figure chimeriche che hanno la parte posteriore del corpo di pesce (cavallo marino, leonemarino, gatto marino, cane marino…). Vedi Sirena.

Martino

nome popolare del Becco o Montone.

Mascherato (o Nascosto)

animale che ha il capo celato da un elmo o da una maschera vera e propria.

Maschio (di Fortezza)

vedi Mastio.

Massacro

testa di cervo o anche di bue, scarnito (senza collo) e posto di fronte. Cfr. Teschio di Cervo.

Manticora

animale mitico, dal corpo di leone o lupo e testa umana maschile con tre file di denti. Secondo la leggenda, tramandata da Plinio il Vecchio, viveva in India e assaliva i viandanti.

Manto (impropriamente anche Padiglione)

figura che ricorda il mantello indossato nelle occasioni ufficiali dai regnanti,di vario colore (rosso, porpora, azzurro, nero), guarnito di frange d’oro, foderato d’ermellino, e posizionato aperto ecompleto di un padiglione e cimato dalla corona di rango, sotto il quale si pone lo scudo. Possono utilizzarlo solo lefamiglie che hanno o hanno avuto potesta sovrana, nonche alcuni alti magistrati. Vedi anche Padiglione.

Macchiato (e Maculato)

per i mantelli degli animali pomellati, tigrati, pezzati. Cfr. Screziato.

Mantos (anche Manto)

divinità pre-romana delle paludi padane, poi identificata con una maga, che avrebbe dato nome alla citta di Mantova.

Macina

pietra di mulino. Due macine girando (mosse dalla forza idraulica o eolica) servivano a macinare le granaglie. Figura rappresentata come una ruota munita di un foro quadrato o a losanga, o munita al centro di un Ferro di Mulino.

Marcato

lo sono il dado da giocose i punti numerici sono di colore diverso, vale anche per il bisante.

Maestà (in)

figura animata o la sola testa posta di fronte “nell’aspetto più nobile”. Cfr. Fronte (in).

Marchese

indica il governatore di una Marca (dal germanico “Mark” segno di confine) che controllava una delle province di confine del Regno Franco (durante l’Impero Romano si chiamavano Duces Limitaneos). Inizialmente era d irango inferiore al Conte mentre oggi lo precede (e succede al Duca) ed essendo titolo di carattere militare non potevaessere concesso alle donne (Matilde di Canossa, figlia ed erede del Marchese di Toscana, portava il titolo di GranContessa). Vedi Margravio.

Maglia

1) cotta di maglia, abito del cavaliere, giaco metallico. 2) figura rappresentata dal rombo vuoto o dalla losanga vuota.

Marchese (Corona di)

cerchio d’oro, gemmato, sostenente quattro fiorono (3 visibili) alternati a dodici perle raccolte ingruppi di 3 (due in vista) disposte in piramide. Sono tollerate le corone di marchese coni gruppo di perle sostenute dapunte o disposte a gruppi di tre in fascia, poste direttamente sul margine superiore o sostenute da altrettante punte.

Malaspina (arma)

famiglia nobile originaria della Lunigiana, suddivisasi in due linee principali. Malaspina della SpinoSecco (principale) “Di rosso, al leone d’oro coronato dello stesso, tenente con le branche uno spino secco di nero”; Malaspina dello Spino Fiorito (cadetto) “Troncato d’oro e di rosso, allo spino di verde fiorito di 5 pezzi trifogliatid’argento, posto in palo e attraversante”; arma originaria (parlante) “D’oro allo spino secco di nero posto in palo”.

Male Ordinate

si dice di 3 figure (pezze) della stessa natura quando sono posizionate 1,2 quando cioé quella centrale e alzatarispetto alle laterali. Convenzionalmente si ritiene che la disposizione “ordinaria” per 3 figure sia 2,1 perciò nella disposizione simmetrica si sono definite “male ordinate”.

Malta (Ordine di)

vedi Ordine di Malta.

Mandorla

1) denominazione popolare dello scudo perale, o a goccia rovesciata cioè col margine superiore arrotondato equello inferiore appuntito tipico del XIII secolo. 2) figura che rassomiglia il frutto del mandorlo. 3) figura geometricaottenuta dall’intersezione di due cerchi, con due punte e lati convessi simbolo della compenetrazione del Mondo Naturale con quello Spirituale e, in analogia alla forma del frutto, di un valore racchiuso in un guscio inaccessibile (lanatura divina di Cristo e racchiusa da quella umana).

Mandorle pelate

e una denominazione tecnica che indica 4 mandorle (ma anche losanghe) disposte in decusse (croce di S. Andrea).

Manesse (Codice)

il ManessischeLiederhandschrift, e la piu importante raccolta membranacea di componimenti cortesiin lingua tedesca del XII e XIII secolo, finanziata dal mercante zurighese Roger Manesse all’inizio del XIV secolo,comprende 137 miniature a piena pagina che rappresentano i vari autori accompagnati dalle proprie armi (o attribuite) e che ne fanno uno dei piu interessanti Armeristi del tardo Medioevo. Oggi e conservato presso la biblioteca universitariadi Heidelberg.

Manicato

1) quando le armi o i vessilli hanno il manico di smalto differente. 2) impreciso del colore dei pastorali sehanno l’impugnatura (manico) di colore diverso dal ricciolo. Vedi anche Impugnato.

Mano

si intende sempre la mano destra (salvo diverso blasone, che deve specificare sinistra, ma quest’ultima ha spessoaccezione negativa) di carnagione. Se mostra il palmo (posizione ordinaria) si dice appalmata, se mostra il dorso e contropalmata. Può essere benedicenteoppure può lasciare cadere dei raggi in questo caso si dice Mano Divina Datrice uscente da un nimbo. Due mani giuntein preghiera si dicono preganti. Due mani che si congiungono moventi dai lati opposti dello scudo si dicono Fede(vedi).

Mano d’Aquila (e Artiglio Alato)

e una figura caratteristica rappresentata da un’ala d’aquila munita di un artigliorapace, aliasZampa d’aquila cimata da un mezzo volo.

Mantellato

forma di partizione in tre parti, quando le linee di partizione partono dal centro del margine superiore escendono obliquamente verso gli angoli inferiori dello scudo. Se terminano nel mezzo dei fianchi di dice mantellatorialzato (o cappato rialzato). Cfr. Interzato in mantello.