Giovanni Paolo II – Wojtyła


papa

Giovanni Paolo II – Wojtyła

Informazioni

Il card. Karol Józef Wojtyła, era nato a Wadowice il 18 maggio 1920. Ordinato sacerdote dal cardinale Adam Stefan Sapieha, arcivescovo di Cracovia, il 1 novembre 1946, si trasferì subito a Roma per gli studi teologici presso la Pontificia Università “San Tommaso d’Aquino” (nota popolarmente come “l’Angelicum”), nel 1948 tornò in polonia come parroco di Niegowić, vicino a Cracovia; nel 1949 fu trasferito in città, presso la parrocchia di San Floriano, dalla quale gli era più facile raggiungere l’Università JAgellonica dove insegnava. Ebbe anche incarichi di docenza all’Università Cattolica di Lublino. Nel 1958 venne nominato vescovo ausilare di Cracovia, della quale venne nominato arcivescovo da papa Paolo Vi il 30 dicembre 1963. Il 26 giugno 1967 venne creato cardinale, col titolo della chiesa di San Cesareo in Palatino. Eletto papa il 16 ottobre del 1978, morirà in Vaticano il 2 aprile 2005.

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo araldico


D’azzurro, alla croce latina d’oro, il legno verticale movente dalla linea mediana dello scudo verso il fianco destro, accompagnata nel cantone sinistro inferiore dalla lettera capitale M dello stesso

Lo stemma di Papa Giovanni Paolo II è stato pubblicato nell’ottobre del 1978, intende essere un omaggio al mistero centrale del cristianesimo: quello della Redenzione. Si blasona: “D’azzurro, alla croce latina d’oro, il legno verticale movente dalla linea mediana dello scudo verso il fianco destro, accompagnata nel cantone sinistro inferiore dalla lettera capitale M dello stesso”.
Lo stemma è pressoché identico a quello cardinalizio di Karol Woityła e deriva dai modelli tradizionali dell’Araldica di Polonia, Paese natale del cardinale, dove è noto questo tipo di figurazione e l’uso di lettere alfabetiche nelle armi.
Lo stemma azzurro presenta una grande croce latina d’oro “spostata” verso il fianco destro dello scudo, sotto il braccio sinistro una M maiuscola dello stesso metallo, che sta a ricordare la presenza di Maria sotto la Croce e la sua eccezionale partecipazione al progetto di Redenzione di Dio.
Manifesta l’intensa devozione del Pontefice alla Vergine Maria, come era rafforzato anche nel motto del già Cardinale Woityła: TOTUS TUUS. In particolare il riferimento è alla celebre “Madonna Nera” del santuario di Czestochowa, nella Arcidiocesi di Cracovia “… dove il popolo polacco nutre da secoli la sua filiale devozione alla Madonna” (B. B. Heim).
Giovanni Paolo II è stato l’ultimo papa a porre la tiara sullo scudo personale, pur senza averla mai usata realmente, nonostante uno splendido triregno gli fosse stato donato a questo scopo dai cattolici Ungheresi.

Nota di Massimo Ghirardi

Colori dello scudo:
azzurro
Oggetti dello stemma:
croce latina, lettera

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,