Maine e Loira


Departement

Maine e Loira

Départemant du Maine et Loire
Informazioni
  • densità:
Storia del Dipartimento e dello Stemma

Il Maine e Loira (Maine-et-Loire) è un dipartimento che, dal 1955, fa parte della regione dei Paesi della Loira (Pays de la Loire). Il suo nome gli deriva dai due fiumi principali che lo attraversano: la Maine e la Loira.

I suoi abitanti si chiamano agioini (angevin) per via del fatto che il dipartimento è nato dal territorio dell’antica provincia dell’Angiò (Anjou) e iI suo capoluogo è la città di Angers.

Come la gran parte dei dipartimenti francesi, nasce con la Rivoluzione il 4 marzo 1790, in applicazione della legge del 22 dicembre 1789. Venne inizialmente chiamato Mayenne-et-Loire poiché alcuni geografi (ancora oggi) danno il nome di Mayenne anche al tratto fluviale che va dalla congiunzione con la Sarthe fino alla confluenza nella Loira (che per altri invece è la Maine) perché la Maine non ha una sorgente propria. Il 12 dicembre 1971 quindi prende il suo nome definitivo di Maine-et-Loire1.

L’Angiò faceva parte dal XVI secolo della Generalità di Tours con la Touraine e il Maine. Delle riunioni tenute nel 1789-90 cercarono dapprima di ridurre la zona a quattro dipartimenti (Tours, Angers, Le Mans e Laval), ma l’opposizione dei centri minori bloccò questa proposta finche nel 1790 l’Assemblea Nazionale decretò che Saumur avrebbe fatto parte del dipartimento dell’Angiò. Si tentò di proporre un’alternanza tra Angers e Saumur stessa nella funzione di capoluogo, ma anche questa proposta venne bocciata e per compensazione il primo presidente del Consiglio Generale del dipartimento fu un abitante di Saumur.

Dopo la sconfitta di Waterloo (18 giugno 1815), il dipartimento fu occupato dai prussiani.

Maine-et-Loire - Anjou

La quasi-totale coincidenza tra Angiò e Maine-et-Loire ha fatto sì che alcuni commettessero l’errore di attribuire lo stemma angioino al nuovo dipartimento. In realtà, lo stemma dell’Angiò, che si blasona « D’azur à trois fleurs de lys d’or à la bordure cousue de gueules » (D’azzurro a tre gigli d’oro alla bordura cucita di rosso), rappresenta soltanto una parte dello stemma del dipartimento.

 Maine-et-Loire

La parte sinistra è occupata da una croce di Lorena di rosso bordata d’oro. La croce di Lorena è una rappresentazione della croce e la traversa minore rappresenta la tavoletta sulla quale era incisa la scritta INRI. Era il simbolo del ducato d’Angiò che assorbì, in seguito, anche ducato di Lorena (1473 – Renato II) da cui poi la croce prese il nome.

Si blasona: « Parti : au premier mi-parti d’azur à trois fleurs de lys d’or et à la bordure cousue de gueules, au second d’azur à la croix patriarcale de gueules bordée d’or » (Partito : nel primo d’azzurro alla metà di tre gigli d’oro e alla bordura cucita di rosso, nel secondo d’azzurro alla croce patriarcale di rosso bordata d’oro).

 Maine-et-Loire 1

Esiste ed è in uso anche una bandiera del dipartimento che utilizza gli stessi elementi dello stemma.

maine-et-loire 2

Il logo del Consiglio Generale di Maine e Loira è formato dal nome “Anjou” del ducato che ha dato origine al dipartimento, con la lettera A grigia rossa e azzurra e un tratto giallo a fianco a riprendere i colori dello stemma dipartimentale. Il resto delle lettere è nero. Il carattere è del tipo corsivo a mano. Sotto, su due righe la definizione dell’ente e del dipartimento in carattere bastoni. Questo logo viene utilizzato anche a scopo turistico omettendo le scritte.

 

(1): Il dipartimento è diventato, nell’uso comune, di genere maschile e quindi si dice “il Maine-et-Loire”, mentre i due fiumi richiedono il femminile, secondo la lingua francese, e quindi questo avrebbe dovuto essere la regola anche sul nome dipartimentale, ma è possibile che la vicina contea del Maine (maschile) abbia influenzato l’uso. Il nome è considerato come unitario e, quindi, richiede la preposizione semplice: si dice “Dipartimento di Maine-et-Loire” e non “Dipartimento della Maine-et-Loire”.

Nota di Bruno Fracasso e Massimo Ghirardi

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo araldico


“Partito : nel primo d’azzurro alla metà di tre gigli d’oro e alla bordura cucita di rosso, nel secondo d’azzurro alla croce patriarcale di rosso bordata d’oro”.

Colori dello scudo:
azzurro, rosso
Partizioni:
bordato, partito
Oggetti dello stemma:
croce patriarcale, giglio
Pezze onorevoli dello scudo:
bordura
Attributi araldici:
bordato, cucito
Profilo Araldico

“Drappo partito: nel primo d’azzurro alla metà di tre gigli d’oro e alla bordura cucita di rosso, nel secondo d’azzurro alla croce patriarcale di rosso bordata d’oro”.

bandiera ridisegnata

Disegnato da: collaborazione 98610

bandiera Ufficiale
no bandiera
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,