San Pietro in Cerro


Comune di San Pietro in Cerro – (PC)

Informazioni

  • Codice Catastale: H887
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 932
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

La pieve di San Pietro apostolo, sorta nel 969 dove in antico, secondo la tradizione, sorgeva un bosco di cerri (varietà di fagacea, affine alla quercia) ha dato il nome attuale alla località, adottato nel 1882 (RD 14 maggio 1882, n. 834), anche se precedentemente si denominava POLIGNANO PIACENTINO.

Nel 1466 Bianca Maria Visconti vendette il feudo di Polignano a Francesco Barattieri, membro di una facoltosa ma borghese famiglia di origine veneta che, in seguito, entreranno nella nobiltà piacentina attraverso il matrimonio del figlio Bartolomeo I, giureconsulto e ambasciatore presso papa Giulio II, con Biancamaria Scotti e porteranno il titolo di conti di Polignano.

Il casino di campagna, edificato poco lontano dall’antico castello nel 1864 dall’arch. Guglielmo della Cella per il conte Alessandro, è oggi la sede del Municipio.

Il Comune di San Pietro in Cerro ha adottato, quale emblema civico, lo stemma (modificato) degli antichi feudatari i Barattieri, che portavano uno stemma con due fasce caricate di tre dadi d’argento; a queste è stato aggiunto un albero di cerro, in funzione parlante col determinante toponomastico.

I dadi dello stemma dei Barattieri alluderebbero all’origine della dinastia: che avrebbe fatto fortuna gestendo una casa da gioco a Venezia prima di trasferirsi a Piacenza. In seguito i dadi saranno stati mutati in triangoli e, nello stemma comunale, in quadrati, in allusione al quadrato (o “quartiere” di sant’Antonino) dello stemma della città e della Provincia di Piacenza.

Nota di Massimo Ghirardi

Si ringrazia Alessandro Neri per la gentile collaborazione

Bibliografia:

AA.VV. DIZIONARIO DI TOPONOMASTICA Storia e significato dei nomi geografici italiani. UTET, Torino 1997.
AA.VV. STEMMI delle Province e dei Comuni dell’ Emilia Romagna, a cura del Consiglio Regionale dell’Emilia Romagna. Editrice Compositori, Bologna 2003.
L. Cafferini, PIACENZA E LA SUA PROVINCIA, Provincia di Piacenza, Odranoel, Piacenza 2005

Stemma Ridisegnato


Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Non ci sono altre immagini

Profilo araldico


“D’argento, al cerro al naturale, sradicato, attraversato sul tronco, da due fasce d’azzurro, la prima caricata di due, la seconda di uno, quadrati d’argento”.

D.C.G. 9 settembre 1928

Colori dello scudo:
argento

Gonfalone ridisegnato


Gonfalone Ufficiale


Profilo Araldico


“D’azzurro con bordatura di verde e d’argento…”.

R.D. 4 ottobre 1928 e LL.PP. 18 marzo 1929

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,