San Paolo Solbrito


Comune di San Paolo Solbrito – (AT)

Informazioni

  • Codice Catastale: I076
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 1231
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Comune nato nel 1928 dalla fusione del Comune di San Paolo della Valle con quello di Solbrito. Lo stemma e il gonfalone sono stati riconosciuti con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’ 11 giugno 1997, si blasona: “Di porpora, alle due palme di verde, decussate, attraversate dalla spada d’argento, guarnita d’oro, con la punta all’ insù. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di porpora, il motto, in lettere maiuscole di argento, FIDEM SERVAVI”. Mentre il gonfalone è un “Drappo di bianco con la bordatura in porpora, riccamente ornato di ricami d’argento e caricato dallo stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L’asta verticale sarà coperta di velluto di porpora con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri ricolorati dai colori nazionali frangiati d’argento”. Lo stemma mostra la spada, attributo di San Paolo, con le palme del martirio, in numero di due a simboleggiare le due comunità riunite. Il motto è riferito alla spada stessa, a difesa e conservazione della fede, sia nel significato di “fede” religiosa che in quello di “fedeltà” ai principi della comunità, fino al martirio, se necessario. Nota di Massimo Ghirardi

Stemma Ridisegnato


Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Non ci sono altre immagini

Profilo araldico


“Di porpora, alle due palme di verde, decussate, attraversate dalla spada d’argento, guarnita d’oro, con la punta all’ insù. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante di porpora, il motto, in lettere maiuscole di argento, FIDEM SERVAVI. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.C.M. 11 giugno 1997

Colori dello scudo:
porpora

Gonfalone ridisegnato


Gonfalone Ufficiale


Profilo Araldico


“Drappo di bianco con la bordatura in porpora, riccamente ornato di ricami d’argento e caricato dallo stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L’asta verticale sarà coperta di velluto di porpora con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri ricolorati dai colori nazionali frangiati d’argento”.

Colori del gonfalone: bianco, porpora
Partizioni del gonfalone: bordato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,