San Giorgio Morgeto


Comune di San Giorgio Morgeto – (RC)

Informazioni

  • Codice Catastale: H903
  • Codice Istat:
  • CAP: 89017
  • Numero abitanti: 3271
  • Nome abitanti: sangiorgesi o morgezi
  • Altitudine: 512
  • Superficie: 512
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 114.0

Storia dello stemma e del comune

Nel 1807 San Giorgio divenne Luogo, e nel 1811 fu elevato a Comune.

Nel novembre del 1810 San Giorgio contava 2600 abitanti, nel 1815 secondo la statistica del re Gioacchino Murat, 3330.

Con la restaurazione borbonica San Giorgio divenne parte del distretto di Palmi.

Nel 1830 gli abitanti erano 3954, 4781 nel 1849 e 5000 nel 1891.

Dopo l’unità di Italia, nel 1864, il sindaco Giuseppe Bonini e i consiglieri decisero di aggiungere al nome di San Giorgio quello antico di Morgeto.

Nell’ottobre del 1922 venne costituito il fascismo e il primo podestà fu il Cav. Uff. Sigillò Eduardo nominato nel 1928, il cui successore fu il Cav. Uff. Giulio Verrini, podestà dal 1936 al 1939.

Caduto il fascismo venne nominato nel 19 febbraio 1944 l’avv. Correale Giuseppe, commissario prefettizio in sostituzione di Creazzo Giuseppe.

Dopo la seconda guerra mondiale, gli abitanti, chiamati a votare per il referendum, espressero la loro preferenza per la monarchia.

Oggi il territorio di San Giorgio Morgeto è uno dei più vasti della provincia di Reggio Calabria.

Esso è costituito da 35 contrade rurali, tutte distanti dal centro storico. La popolazione attuale è di circa 3500 abitanti.

 

 

Note e dati a cura di Antonio Fazari

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Pasquale Fiumanò

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo Araldico


Non ancora una blasonatura

Colori dello scudo:
oro

Gonfalone ridisegnato


Disegnato da: Pasquale Fiumanò

Gonfalone Ufficiale


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo Araldico


“Drappo d’azzurro…”

Colori del gonfalone: azzurro

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

    • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 22/07/1987