Salins-les-Thermes


Comune di Salins-les-Thermes – (73)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Salins-les-Thermes è un comune francese soppresso situato nel dipartimento della Savoia, nella regione dell’Auvergne-Rhône-Alpes. Dal 1° gennaio 2016 si è fusa con il Comune di Fontaine-le-Puits e ha dato vita al nuovo comune di Salins-Fontaine.

In francoprovenzale il suo nome è Salin.

La storia di Salins-les-Thermes è indissolubilmente legata alle sue saline che le hanno dato la prima parte del toponimo mentre il secondo deriva dalla trasformazione delle saline in stabilimento termale.

La prima menzione dell’esistenza di Salins, citata come Ecclesiis Salini risale a una donazione del 1140 dell’arcivescovo Pierre I de Tarentaise ai canonici dell’abbazia di Saint-Maurice d’Agaune.

Nel XIII secolo, Gonthier de Salins, riconobbe di ottenere dal conte di Savoia la sua casaforte di Salins.

Nel XVII secolo la produzione della Grande Saline era la più importante della Franca Contea e produceva 14 000 tonnellate di sale e alimentava la contea di Borgogna, la Svizzera e le Fiandre. Per questo motivo, il sale, l’oro bianco, ha avuto un forte impatto sull’economia tanto da far diventare il luogo la capitale economica della regione. e seconda città della Franca-Comtea dopo Besançon.

Per proteggere questo bene fin dal medio evo il borgo si dota di un sistema difensivo con due forti per proteggerla. La stessa Grande Saline sarà fortificata con un alto muro e vivrà una vita autarchica. La Grande Saline nel medio evo,  è un modello industriale che impiega 820 operaiest au Moyen-Age un modèle industriel et social qui emploie 820 ouvriers, hommes et femmes, sur les 8 000 habitants que compte alors Salins-les-Bains. Solo alla fine dell’ottocento la salina comincia a declinare sotto la pressione della fine del monopolio di stato sul sale.

Solo la creazione del primo stabilimento termale nel 1854 permetterà di mantenere un’attività stagionale.

Si sviluppa così l’industria termale che, però, l’evoluzione tecnica e la mancata modernizzazione costringeranno alla chiusura nel 1962.

Le armi di Salins-les-Thermes si blasonano : « D’or à la bande de gueules». In italiano: “D’oro alla banda di rosso”.

Si conosce molto poco del blasone comunale, ma riprende di sicuro una figurazione comune in Savoia del campo oro alla banda di rosso, presente in molti stemmi comunali caricato di differenti oggetti.

Viene anche attribuito al Comune un altrettanto immotivato stemma «D’or au lion d’azur» in italiano “Di oro al leone di azzurro…” presente solo in altri tre stemmi della Savoia e sempre in smalti e situazioni differenti.

Questo stemma però è autorevolmente accreditato da Daniel Juric.

Il nuovo comune è dotato solamente di un generico logo.

 

Note di Bruno Fracasso

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini



Profilo araldico


“D’oro alla banda di rosso”

Pezze onorevoli dello scudo:
banda

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,