Rosà


Comune di Rosà – (VI)

Informazioni

  • Codice Catastale: H556
  • Codice Istat:
  • CAP: 36027
  • Numero abitanti: 14138
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 40.0

Storia dello stemma e del comune

Il nome forse deriva da “rogius”, cioe’ rivolo, canaletto di derivazione. Anticamente era chiamata “Roxatac”, da “rogiata” che proviene appunto da “rogius”. Nel suo territorio fu rinvenuto materiale archeologico di epoca romana. Viene citata per la prima volta nel 1392, ma e’ certo assai piu’ antica. Fu sempre unita a Bassano; ottenne l’autonomia amministrativa tra la fine del XV e l’inizio del XVI secolo.

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Bruno Fracasso

Disegnato da: Bruno Fracasso

Fonte: Giancarlo Scarpitta

Fonte: Giovanni Giovinazzo

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini





Profilo araldico


Mentre il D. Ric. 3 agosto 1935 recita “D’azzurro alla rosa di cinque foglie, gambuta e fogliata d’argento e bottonata d’oro”,

il bozzetto che accompagna il blasone (in Vicenza e i suoi stemmi) è quello più usato dal Comune, così descritto: “Partito d’azzurro e d’argento, alla fascia diminuita dall’uno nell’altro, caricata della rosa al naturale, gambuta e fogliata di verde, posta in palo, attraversante. Ornamenti esteriori da Comune”.

Blasone di Giancarlo Scarpitta.

Colori dello scudo:
argento, azzurro
Partizioni:
partito
Oggetti dello stemma:
foglia, rosa
Attributi araldici:
bottonato, fogliato, gambuto

Gonfalone ridisegnato


Fonte: Alberto Ortolani

Disegnato da: Bruno Fracasso

Gonfalone Ufficiale


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo Araldico


“Drappo di bianco…”

Colori del gonfalone: bianco

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

    • Decreto del Capo del Governo (DCG) di riconoscimento – 03/08/1935