Ripalta Cremasca


Comune di Ripalta Cremasca – (CR)

Informazioni

  • Codice Catastale: H315
  • Codice Istat:
  • CAP: 26010
  • Numero abitanti: 3409
  • Nome abitanti: ripaltesi
  • Altitudine: 78
  • Superficie: 78
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 33.1

Storia dello stemma e del comune

Ripalta Cremasca ha un suo stemma; la vicenda che ha portato alla sua adozione è durata oltre trent’anni. Il 2 ottobre 1931 il conte Antonio Bonzi, con sua Deliberazione Podestarile, vistata dal Prefetto di Cremona l’8 ottobre dello stesso anno, inoltrava al Capo del Governo – Consulta Araldica – regolare istanza per la concessione dello stemma Comunale, ma la pratica – non si sa per quali cause – dapprima si insabbiò; poi vennero gli anni della guerra e del dopo guerra e non se ne fece più nulla.
Fu ripresa nel 1956 e, poiché l’ufficio Araldico suggeriva d’apportare alcune modifiche al disegno del 1931, esse furono accolte dal Consiglio Comunale di Ripalta Cremasca nella seduta straordinaria del 31 Gennaio 1962.
Nella stessa seduta il Consiglio Comunale deliberò di dotare il Comune del gonfalone che riporta i motivi dello stemma.
L’Ufficio Araldico così descrive lo stemma:
“Troncato di rosso e di verde, alla fascia ondata d’argento posta sulla troncatura, caricata di una losanga di verde; nel primo di rosso al braccio uscente dalla partizione, impugnate una spada d’argento con l’elsa d’oro; nel secondo, a tre monti all’italiana d’argento. Ornamenti esteriori da Comune “.

Bibliografia:
(1)P.Savoia – Notizie su Ripalta Cremasca:
pag. 9,156-158,162-169

(2)Mons. Angelo Zavaglio: Terre Nostre – storie dei paesi del cremasco
pag. 76-80,82,297-300,362-363,420-422

(3)Da un’articolo del settimanale “Il Nuovo Torrazzo” del 9.19.1999

Note a cura di Claudio Brazzoli

Stemma Ridisegnato


Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Non ci sono altre immagini

Profilo araldico


“Troncato di rosso e di verde, alla fascia ondata d’argento posta sulla troncatura, caricata di una losanga di verde; nel primo di rosso al braccio uscente dalla partizione, impugnate una spada d’argento con l’elsa d’oro; nel secondo, a tre monti all’italiana d’argento. Ornamenti esteriori da Comune “.

D.P.R. 16 maggio 1962

Colori dello scudo:
rosso, verde
Partizioni:
partito

Gonfalone ridisegnato


Gonfalone Ufficiale


Profilo Araldico


“Drappo partito di rosso e di verde…”

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,