Rapolano Terme


Comune di Rapolano Terme – (SI)

no comune

Informazioni

  • Codice Catastale: H185
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 5308
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

RAPOLANO, che ha assunto il determinante TERME in virtù della presenza sul suo territorio di importanti fonti termali alcalino-solforose, aveva uno stemma diverso da quello attuale, con una semplice rapa d’argento in campo azzurro, in funzione assonante con il toponimo (che pare derivare proprio da “rapa”, forse per via di una coltivazione particolarmente diffusa di quell’ortaggio in antico).

Con Regio Decreto del 27 febbraio 1876, confermato con Decreto del Presidente della Repubblica dell’8 luglio 1949 (n. 546) è stato concesso però uno stemma nel quale la rapa è sostenuta dalla branca destra del leone ripreso dallo stemma del Popolo di Siena (e, oggi, emblema della Provincia).

Il RD 27/2/1876 blasona: “Di rosso al leone d’argento tenente con la branca destra una rapa al naturale, con facoltà di usare un gonfalone troncato di drappo nero e bianco, e caricato in cuore di uno scudetto formato del sopradescritto stemma, senza ornamenti esteriori. Lo stemma sarà sormontato da corona formata da un cerchio di muro d’oro, aperto di quattro porte, cimato da otto merli dello stesso, uniti da muriccioli di argento.”

Il Comune attuale comprende anche i territori del soppresso “Comunello” di Castiglion d’Ombrone (o Castiglion Baroti).

Il gonfalone costituito da un “drappo troncato di nero e di bianco e caricato in cuore di uno scudetto formato dallo stemma [con la rapa], senza ornamenti esteriori” è stato concesso a Rapolano dal re d’Italia, con Regia Lettera Patente del 15 aprile 1886.

Nota di Massimo Ghirardi

Si ringraziano Anna e Roberto Pinca per la gentile collaborazione

Bibliografia:

AA.VV. DIZIONARIO DI TOPONOMASTICA. Storia e significato dei nomi geografici italiani. UTET, Torino 1997
Pagnini G.P. (a cura di). GLI STEMMI DEI COMUNI TOSCANI AL 1860. Polistampa/Giunta Regionale Toscana, Firenze 1991.

Stemma Ridisegnato


Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Non ci sono altre immagini

Profilo araldico


“Di rosso al leone d’argento tenente con la branca destra una rapa al naturale, con facoltà di usare un gonfalone troncato di drappo nero e bianco, e caricato in cuore di uno scudetto formato del sopradescritto stemma, senza ornamenti esteriori. Lo
stemma sarà sormontato da corona formata da un cerchio di muro d’oro, aperto di quattro porte, cimato da otto merli dello stesso, uniti da muriccioli di argento.”

D.R. 27 febbraio 1876 e D.P.R. 8 luglio 1949, n. 546

Colori dello scudo:
rosso

Gonfalone ridisegnato


Gonfalone Ufficiale


Profilo Araldico


“Drappo troncato di nero e di bianco…”

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,