Prignano sulla Secchia


Comune di Prignano sulla Secchia – (MO)

Informazioni

  • Codice Catastale: H061
  • Codice Istat:
  • CAP: 41048
  • Numero abitanti: 3813
  • Nome abitanti: prignanesi
  • Altitudine: 557
  • Superficie: 557
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 17.4

Storia dello stemma e del comune

Prignano ha origini antichissime, nel territorio sono stati ritrovati i resti del più antico insediamento umano della Provincia di Modena.

La denominazione è di chiara derivazione prediale, dal personale latino Perennius proprietario di un fondo agricolo denominato Perennianus. Dopo il 1862 ha assunto il determinante dal fiume che scorre nel territorio.

La curiosa figura dello stemma (riconosciuto con Decreto del Capo del Governo Mussolini del 17 ottobre 1932) è probabilmente derivata dall’emblema della famiglia Prignani che, in uno stemmario della nobiltà modenese, mostra un grifone nello stemma. Secondo Alessandro Savorelli lo stemma comunale potrebbe essere una deformazione di quest’ultimo.

Blasone: “D’argento, al bufalo alato in atto di avventarsi, al naturale, su un ristretto di verde”.

 

Lo stemma è curiosamente citato da Alessandro Tassoni (1565-1635) nell’opera comica “La Secchia rapita” (III, 53):

 

“Appresso gli venía Mombarranzone
col suo signor Ranier, che di Pregnano
reggea la nuova gente e ‘l gonfalone
che mandato gli avea Castellarano;
cinquanta con le natiche in arcione,
e quattrocento gían battendo il piano
con le scarpe sdrucite e senza suola;
la loro insegna è un bufalo che vola. ”


Note di Massimo Ghirardi, si ringrazia Alessandro Neri per la gentile collaborazione.

 

 

Bibliografia:

AA.VV. STEMMI delle Province e dei Comuni dell’Emilia Romagna, a cura del Consiglio Regionale dell’Emilia Romagna. Editrice Compositori, Bologna 2003.

AA.VV. DIZIONARIO DI TOPONOMASTICA Storia e significato dei nomi geografici italiani. UTET, Torino 1997.

Romolotti (Giuseppe, a cura di). STORIA E GUIDA AI COMUNI EMILIANI. Il Quadrato, Milano 1972.

Stemma Ridisegnato


Reperito da: Anna Bertola

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo araldico


“D’argento, al bufalo alato in atto di avventarsi, al naturale, su un ristretto di verde”.

Colori dello scudo:
argento
Oggetti dello stemma:
bufalo, ristretto
Attributi araldici:
alato

Gonfalone ridisegnato


Disegnato da: Bruno Fracasso

Gonfalone Ufficiale


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo Araldico


“Drappo partito di bianco e di verde…”

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

    • Decreto del Capo del Governo (DCG) di riconoscimento – 17/10/1932
    • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 16/10/1954